Spazio

Cosa respirano gli astronauti a bordo di una stazione spaziale?

La Stazione spaziale internazionale dispone di un raffinato sistema che, oltre a fornire ossigeno, previene l’accumulo delle sostanze tossiche prodotte dall’equipaggio. La maggior parte...

La Stazione spaziale internazionale dispone di un raffinato sistema che, oltre a fornire ossigeno, previene l’accumulo delle sostanze tossiche prodotte dall’equipaggio. La maggior parte dell’ossigeno della stazione spaziale viene ricavato attraverso un processo chiamato “elettrolisi”, che utilizza l’elettricità fornita dai pannelli solari per separare l’idrogeno e l’ossigeno che compongono l’acqua dei serbatoi. Facendo passare la corrente attraverso l’acqua, gli atomi si separano e si ricombinano nelle forme gassose. Per ora l’idrogeno residuo viene lasciato defluire nello spazio ma gli ingegneri della Nasa stanno progettando macchinari che potrebbero combinare idrogeno e anidride carbonica residui per produrre acqua e metano. Così si rimpiazzerebbe l’acqua utilizzata per produrre ossigeno, e si otterrebbe un combustibile.
Acidi e ammoniaca. Per evitare invece l’accumulo di sostanze tossiche, sono stati installati particolari filtri al carbone. Servono a eliminare i gas di scarico emessi dall’intestino degli esseri umani, come il metano, l’anidride carbonica della respirazione e l’ammoniaca esalata dall’acido urico in sospensione nel sudore. Altri sottoprodotti del metabolismo sono acetone, metanolo e monossido di carbonio. Nella stazione spaziale saranno poi utilizzate varie sostanze chimiche per svolgere esperimenti in assenza di peso. Si prevede un’attività di vari laboratori per almeno 30 anni. La Nasa non è però ancora riuscita a progettare un sistema centralizzato per eliminare i residui.
Per saperne di più. Su Internet: il sito ufficiale della Nasa dedicato alla Stazione spaziale internazionale.

28 giugno 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us