Spazio

Come ci si pesa sulla ISS?

Misurare la quantità di grasso, ossa e muscoli, senza mai poggiare i piedi su una bilancia? Si può: basta sapere che non si sta misurando il peso.

Pesarsi, nel luogo in cui il peso è assente per antonomasia, non è possibile: il peso è la forza che un corpo esercita su ciò che lo sostiene per effetto della gravità. Poiché sulla ISS si vive in condizioni di microgravità, occorre trovare un modo diverso per misurare un eventuale dimagrimento degli astronauti.

Un metodo alternativo. Soggiorni prolungati nello Spazio determinano una consistente perdita di densità ossea (fino al 20%) e di massa muscolare: accade soprattutto perché, in quelle condizioni, il corpo umano non contrasta costantemente la gravità, come avviene invece sulla Terra. Per misurare accuratamente la perdita di massa corporea si utilizza un dispositivo chiamato SLAMMD (Space Linear Acceleration Mass Measurement Device), un dispositivo che sfrutta la seconda legge di Newton: F=ma, ossia forza = massa x accelerazione.

Avvinghiati alla bilancia. Gli astronauti avvolgono le gambe e il resto del corpo intorno al dispositivo, situato nel modulo europeo Columbus. SLAMMD contiene due molle che generano predeterminata forza F contro la massa (m) dell'astronauta. Sensori ottici misurano l'accelerazione (a) del movimento. Note la forza e l'accelerazione, si ricava il valore della massa invertendo l'equazione: m=F/a.

Guarda un video in cui gli astronauti della Nasa Mike Barratt e Koichi Wakata spiegano come funziona:

Ti potrebbero interessare anche:

4 dicembre 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us