Come brucia nello spazio la fiamma di una candela?

Alcuni lettori già da tempo ci hanno chiesto: “Come brucerebbe nello spazio la comune fiammella di una candela?”. La risposta è venuta di recente da un esperimento condotto nella stazione...

20021213103812_8

Alcuni lettori già da tempo ci hanno chiesto: “Come brucerebbe nello spazio la comune fiammella di una candela?”. La risposta è venuta di recente da un esperimento condotto nella stazione spaziale Mir. In assenza di gravità, la fiamma brucia regolarmente, più lentamente rispetto a quanto accade sulla Terra e con un’intensa colorazione blu.
Sfera.
Ma, e questa è la vera novità, assume una forma a palla e non sale verso l’alto con una forma allungata. Perché accade questo? Sulla Terra, l’aria che sta intorno alla fiamma, e la alimenta, scende verso il basso attratta dalla forza di gravità. Man mano che arriva nelle vicinanze della fiamma si riscalda, diventa più leggera e sale verso l’alto.
Archimede. Nella stessa direzione va l’ossido di carbonio caldo prodotto dalla combustione. Essendo entrambi più leggeri dell’aria circostante, per il principio di Archimede salgono vincendo la forza di gravità. Nello spazio manca la forza di gravità, il principio di Archimede non vale più, l’aria arriva alla fiamma da ogni direzione e anche l’ossido di carbonio lascia la fiamma in ogni direzione, dandole la forma rotonda.
Fuoco blu. Perché la più ampia colorazione blu? Nella fiamma normale la zona di questo colore è quella più interna, dove l’aria arriva con difficoltà, la combustione è meno efficace e a ciò è dovuto il colore. Nello spazio, per la mescolanza di ossido di carbonio e aria la zona blu è più grande.

28 Giugno 2002