Spazio

Chi ha dato (e quando) il nome ai pianeti?

Pianeta” viene dal vocabolo greco planetes che significa “errante”, “vagante”. Tale nome è stato attribuito, fin dall’ antichità, ai corpi celesti come Luna, Marte, Mercurio, Venere... perché nel...

Pianeta viene dal vocabolo greco planetes che significa “errante”, “vagante”. Tale nome è stato attribuito, fin dall’ antichità, ai corpi celesti come Luna, Marte, Mercurio, Venere... perché nel cielo sembrano mutare la loro posizione rispetto alle cosiddette stelle fisse.
Dai Greci a Copernico. A dare il nome ai singoli pianeti furono proprio gli astronomi greci che, nel corso dei secoli, svolsero approfonditi studi sul sistema solare. Basta pensare ad Aristarco di Samo, vissuto nel III secolo avanti Cristo, che considerava il Sole al centro del sistema solare. Ma la teoria fu accettata soltanto diciotto secoli più tardi, quando la ripropose l’astronomo polacco Niccolò Copernico.
Pianeti olimpici. Nel chiamare i vari pianeti, i greci fecero riferimento agli dei dell’Olimpo. Così abbiamo che al pianeta più luminoso, Venere, venne attribuito il nome della dea della bellezza; a quello che si muove più velocemente, il nome di Mercurio, messaggero degli dei; a Marte, pianeta dal colore rossastro, il nome del dio della guerra; Giove, che è il pianeta più grande, fu abbinato alla divinità più importante della mitologia; per Saturno, che era il più lontano, si scelse il dio padre di Giove e di altre divinità.
Gli ultimi "battesimi". A quel tempo, i pianeti Urano, Nettuno e Plutone non erano noti perché troppo lontani e visibili solo con strumenti ottici. Infatti furono scoperti successivamente e cioè nel 1781, nel 1846 e nel 1930. Ma vennero ugualmente battezzati con nomi tratti dalla mitologia greca per rispetto della tradizione.

28 giugno 2002
Tag scienza - spazio - pianeti - nomi - d&r
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us