Che VISTA! Uno scatto con 84 milioni di stelle

Il telescopio a infrarossi in dotazione all'Osservatorio Spaziale dell'ESO di Paranal, Cile, ha fotografato la Via Lattea con un'accuratezza mai raggiunta finora. Un vero e proprio "lenzuolo" stellato che lascia a bocca aperta.

Viaggio al centro della Via Lattea: guarda il video
Da non perdere: la montagna, la Via Lattea e le nuvole d'oro

eso1242avista2vista3vista4vista5apod_m31vsmw_nasa_960_collisioneandromedaevialatteaApprofondimenti
eso1242a

Molte volte, alzando lo sguardo in una notte limpida, abbiamo osservato la Via Lattea. Ma così nitida non l'abbiamo mai vista, neanche sul cucuzzolo di una montagna. Questo scatto da 9 gigapixel (nove miliardi di pixel), è stato realizzato da un team di astronomi dell'ESO's Paranal Observatory, nel Deserto di Atacama nel Cile settentrionale, utilizzando i rilevatori infrarossi ultrasensibili del telescopio VISTA.

Clicca sul "+" e poi naviga sulla foto per ammirarla nei particolari.
A questo link, invece, la versione zoommabile dell'immagine sul sito dell'ESO

vista2

Mettendovi a contarle non ne verreste più a capo: l'immagine comprende 84 milioni di stelle, un catalogo immenso che contiene una quantità di astri 10 volte superiore a quelle censite nei precedenti studi, nonché una vera miniera di informazioni. «Osservando nei dettagli le miriadi di stelle che circondano il centro della Via Lattea possiamo imparare molto sulla formazione e l'evoluzione non solo sulla nostra galassia ma anche sulle galassie a spirale in generale» ha commentato Roberto Saito della Pontificia Universidad Católica de Chile, principale autore dello studio.

Nella foto, un dettaglio dell'immagine realizzata dal telescopio
.

vista3

Le osservazioni del centro della Via Lattea sono solitamente ostacolate da un denso strato di polveri stellari. Per osservarne il cuore è necessario quindi osservarla con la luce infrarossa, e il telescopio VISTA (Visible and Infrared Survey Telescope for Astronomy) con i suoi 4,1 metri di diametro è lo strumento ideale.
Realizzato da un consorzio di 18 università britanniche, VISTA è entrato in funzione nel 2009. Ciascuna delle immagini che realizza cattura una regione di cielo grande circa dieci volte l'area della Luna piena.

vista4

Quella realizzata da VISTA (qui un particolare ingrandito) è, dicono gli esperti, una delle più grandi immagini astronomiche mai ottenute finora. Se provassimo a stamparla con la risoluzione tipica di un libro, sarebbe lunga 9 metri e alta 7. Gli astronomi hanno usato i dati in essa contenuti per stilare il catalogo di stelle più completo mai realizzato fino ad ora.

vista5

Gli studiosi dell'ESO hanno stimato che l'immagine contenga circa 173 milioni di oggetti, 84 milioni dei quali sono certamente stelle. Gli altri elementi fotografati erano troppo pallidi o confusi con gli oggetti nei paraggi per consentire misurazioni precise. Altre figure visibili sono oggetti più estesi come galassie distanti.

Ti potrebbe interessare anche: l'evoluzione di una galassia dal Big Bang ai giorni nostri.

apod_m31vsmw_nasa_960_collisioneandromedaevialattea

Ormai è certo: la Via Lattea e la galassia di Andromeda  sono in rotta di collisione. Anche le ultime osservazoni del telescopio spaziale Hubble confermano che le due galassie si stanno avvicinando l'una all'altra a una velocità impressionante e l'impatto è previsto tra circa 4 miliardi di anni.
Questa rappresentazione artistica, realizzata sulla base delle simulazioni sinora effettuate, raffigura il cielo visto dalla Terra in un futuro lontano, quando le parti centrali delle due galassie inizieranno a distruggersi a vicenda durante un gigantesco scontro, che porterà alla formazione di un'unica enorme galassia ellittica.
Nel suo blog “Una finestra sull'Universo” Mario di Martino, astronomo presso l’Osservatorio Astrofisico di Torino (Istituto Nazionale di Astrofisica – INAF), illustra la spettacolare sequenza dello scontro vista dalla Terra, oltre a un filmato della NASA con la simulazione al computer di ciò che avverrà.

Collisioni spaziali: i più spettacolari scontri tra galassie inviati da Hubble.
Che sapore ha la Via Lattea? Scoprilo qui.

Molte volte, alzando lo sguardo in una notte limpida, abbiamo osservato la Via Lattea. Ma così nitida non l'abbiamo mai vista, neanche sul cucuzzolo di una montagna. Questo scatto da 9 gigapixel (nove miliardi di pixel), è stato realizzato da un team di astronomi dell'ESO's Paranal Observatory, nel Deserto di Atacama nel Cile settentrionale, utilizzando i rilevatori infrarossi ultrasensibili del telescopio VISTA.

Clicca sul "+" e poi naviga sulla foto per ammirarla nei particolari.
A questo link, invece, la versione zoommabile dell'immagine sul sito dell'ESO