Spazio

Chang’e-6 ha riportato i primi campioni dalla faccia nascosta della Luna: cosa si aspettano di trovare gli scienziati

La capsula è tornata sulla Terra il 25 giugno, come da programma, e ha portato con sé i primi campioni dalla faccia nascosta della Luna.

Fino a questo momento la missione lunare cinese Chang'e-6 è stata un'impresa storica. Per la prima volta infatti, una sonda costruita dall'uomo è atterrata sulla superficie lunare a noi nascosta, ha prelevato dei campioni di roccia e polveri, è tornata in orbita lunare dove l'attendeva la sonda madre, la quale, preso in carico il materiale, si è diretta verso la Terra. Il 25 giugno è atterrata in Mongolia e ha portato agli scienziati del materiale unico dal nostro satellite. In previsione di questo ritorno gli scienziati dell'Istituto di Geologia e Geofisica dell'Accademia Cinese delle Scienze avevano pubblicato sulla rivista The Innovation  le loro ipotesi sui materiali che potrebbero essere trovati nei campioni di Chang'e-6.

BASALTI DI 2,5 MILIARDI DI ANNI FA. C'è moltissima attesa tra i geologi lunari perché il luogo dell'atterraggio è di grande interesse scientifico. Fino a oggi le missioni lunari avevano raccolto campioni dal lato visibile della Luna, che è significativamente diverso dal lato nascosto in termini di spessore della crosta lunare, attività del magma e composizione. Pertanto, questi nuovi campioni sono fondamentali per una comprensione completa della storia del nostro satellite naturale.

Sulla Luna, il luogo di atterraggio di Chang'e-6 si trova all'interno del cratere Apollo che a sua volta si trova dentro il più grande bacino d'impatto, cioè il bacino del Polo Sud-Aitken (SPA). Secondo simulazioni fatte al computer che hanno ricostruito la nascita del cratere, la sonda cinese è atterrata in prossimità di materiale che presumibilmente arriva dalla fusione del mantello lunare affiorato in superficie proprio a causa del gigantesco impatto. L'asteroide che ha prodotto il cratere Apollo ha scavato ancora più in profondità. 

L'impatto però fece emergere al profondo anche delle lave basaltiche, che andarono a coprire le rocce sottostanti: la sonda cinese dovrebbe aver campionato proprio questi basalti. Stando a studi statistici sul numero di impatti che hanno interessato il cratere Apollo e la zona circostante, quei basalti dovrebbero avere un'età di circa 2,5 miliardi di anni. Relativamente giovani dunque, se si pensa che le rocce finora riportate a Terra hanno età non inferiori ai 3,5 miliardi di anni. Non è da escludere comunque, che la sonda sia riuscita a campionare anche materiale proveniente dal profondo che potrebbe fornire importanti indicazioni sulla storia del nostro satellite e sulla composizione interna.

I DUE VOLTI DELLA LUNA - Tutto questo permetterebbe anche di capire meglio perché la Luna possieda due facce (quella a noi visibile e quella invisibile) così diverse. Spiega Zongyu Yue, geologo dell'Accademia cinese delle scienze: «Ci sono differenze significative tra il lato visibile e quello non visibile della Luna soprattutto per quel che riguarda lo spessore della crosta lunare, l'attività vulcanica, la composizione delle rocce e altro ancora. I nuovi campioni dovrebbero rispondere a una delle domande scientifiche più fondamentali nella ricerca geologica lunare: quale attività è responsabile più di altre delle differenze tra i due lati».

Il cratere Apollo
Il cratere Apollo, in prossimità del quale la sonda Chang’e-6 ha campionato il suolo lunare © The Innovation

Nel tempo sono state formulate tante ipotesi, ma al momento nessuna spiega in modo esauriente il fenomeno. Secondo una di queste, la nascita del cratere Aitken ha prodotto così tanto magma da essere spinto sotto la crosta rivolta verso la Terra. Così facendo la rese più sottile e si formarono un gran numero di fratture: "mari" lunari, quasi del tutto assenti sulla faccia rivolta verso lo spazio profondo.

Conoscere a fondo la Luna è di grande importanza perché aiuta non solo a ricostruire la storia e le caratteristiche del nostro satellite naturale, ma anche quelle della Terra. La Luna infatti dovrebbe essere nata dal materiale espulso dal nostro Pianeta quando, circa 4,5 miliardi di anni fa, venne colpito da un pianeta grande più o meno come Marte. 

27 giugno 2024 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us