Spazio

Blue Origin: il test di distacco di emergenza della capsula

Nuovo test del trasporto per turisti spaziali di Blue Origin, la space company di Jeff Bezos (patron di Amazon): tutto è andato secondo le previsioni, e anche meglio.

Blue Origin, società aerospaziale privata fondata da Jeff Bezos (Amazon) che si propone di portare turisti nello spazio, ha completato con successo il quinto test di volo utilizzando lo stesso razzo. Con questo test la società doveva sperimentare il sistema di salvataggio della capsula che ospiterà piloti e turisti.

A differenza dei Soyuz e dei Saturno 5 (che portò gli uomini sulla Luna), che hanno (o avevano) un razzo in cima alla capsula, che entrava in funzione in caso di avaria, il sistema (rivoluzionario) scelto da Blu Origin è di avere il razzo all'interno della capsula.

Il motore di salvataggio (in verde) all'interno della capsula. © Blue Origin

Ritorno a Terra. La prova prevedeva che dopo 45 secondi dal lancio, a 5.280 metri di quota, la capsula si sarebbe dovuta staccare dal vettore e, grazie al proprio motore, allontanarsi.

Tutto ha funzionato a dovere: a distanza di sicurezza il motore di salvataggio si spento e si aperti i paracadute per il rientro in sicurezza.

Se a bordo ci fossero stati equipaggio e turisti, e ci fosse stata una reale emergenza, tutto sarebbe andato per il meglio. Ma c'è di più.

Il ritorno di New Shepard in ottime condizioni. © Blue Origin

Anche il vettore, il New Shepard, è tornato a Terra in condizioni perfette. Si pensava invece che, dopo il distacco della capsula, sarebbe caduto senza controllo.

Già in un precedente test Blue Origin aveva superato le aspettative, facendo rientrare in perfette condizioni la capsula frenata da due paracadute, anziché tre.

«Un sistema di fuga della capsula è indispensabile in un lancio verso lo spazio», commenta Jeff Bezos, «perché dà maggiore sicurezza a passeggeri ed equipaggio: in caso di problemi, il nostro sistema sembra dare risultati eccellenti.» Bezos non ha però reso noto se ci saranno altri voli di prova o se il prossimo lancio - previsto per il 2017 - porterà i primi turisti nello spazio.

6 ottobre 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us