Spazio

Baby pianeta e comete extrasolari

Il telescopio all'infrarosso Spitzer ha scoperto un giovanissimo pianeta extrasolare. Mettendo in discussione i modelli sulla formazione dei pianeti.

Baby pianeta e comete extrasolari
Il telescopio all'infrarosso Spitzer ha scoperto un giovanissimo pianeta extrasolare. Mettendo in discussione i modelli sulla formazione dei pianeti.

Un'illustrazione artistica del probabile nuovo pianeta. Si ipotizza che abbia una massi almeno pari a quella di Giove e assomigli ai pianeti giganti del nostro Sistema Solare miliardi di anni fa.  Scarica l'immagine come sfondo. © NASA/JPL-Caltech.
Un'illustrazione artistica del probabile nuovo pianeta. Si ipotizza che abbia una massi almeno pari a quella di Giove e assomigli ai pianeti giganti del nostro Sistema Solare miliardi di anni fa. Scarica l'immagine come sfondo. © NASA/JPL-Caltech.

L'osservatorio infrarosso Spitzer, lanciato in orbita dalla Nasa nello scorso mese di agosto, sta producendo sorprendenti risultati nel campo della formazione dei sistemi planetari. Innanzitutto ha scoperto gli indizi di quello che potrebbe essere il più giovane pianeta mai osservato: orbiterebbe attorno alla stella CoKu Tau 4 nella costellazione del Toro e avrebbe meno di un milione di anni, davvero pochi in confronto ai 4,5 miliardi di anni dei pianeti del nostro sistema solare.
Il pianeta in questione non è osservabile direttamente: ciò che si vede è che il disco di polveri che circonda CoKu Tau 4 presenta una zona perfettamente “ripulita”.
Aspirapolvere spaziale. Secondo il gruppo di scienziati che ha effettuato lo studio, capeggiato da Edward Churchwell dell'Università del Wisconsin (Usa), il pianeta avrebbe agito come un “aspirapolvere”, convogliando su di sé il materiale con la sua forza di gravità e lasciando così la traccia della propria presenza. Questo baby pianeta, distante oltre 400 anni luce, sconvolgerebbe i modelli matematici che ricostruiscono al computer l'evoluzione dei sistemi planetari, secondo i quali ci vorrebbero decine di milioni di anni prima che un pianeta riesca a formarsi.
Ma non è tutto. Sempre nel Toro, Spitzer ha individuato anche materia organica ghiacciata nei dischi di polveri che circondano altre stelle giovani. Si tratta di acqua, metanolo e anidride carbonica, in pratica gli “ingredienti” delle comete. Le quali, come molti astronomi pensano, potrebbero portare acqua e materiali organici sui pianeti in formazione. E forse lo hanno fatto anche sulla Terra.

(Notizia aggiornata al 4 giugno 2004)

3 giugno 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us