Spazio

Astrobees, uno sciame di api robotiche in arrivo sulla ISS

I nuovi cubi robotici della NASA, operosi e volanti, svolgeranno compiti di inventario e monitoraggio ambientale: così aiuteranno nelle principali incombenze agli astronauti in missione.

Dopo CIMON, l'astronauta robot, e i robot SPHERES, una nuova generazione di aiutanti volanti sta per raggiungere la ISS: gli Astrobees, i robot compatti sviluppati dall'Ames Research Center della NASA, sono pronti ad affiancare gli astronauti nelle quotidiane mansioni di bordo.

Questi cubi di 30 cm per lato sono in grado di muoversi in autonomia o di essere controllati dal centro di comando di Terra. Sono provvisti di telecamere e sensori di navigazione per evitare gli ostacoli, di un touchscreen, di un microfono e di uno speaker, di torce e puntatori laser e di ventole per muoversi e ruotare nella direzione desiderata. Funzionano a batteria e quando sono scarichi si dirigono autonomamente alla più vicina stazione di ricarica.

Occhi (e orecchie) extra. Con i loro scanner possono verificare la disposizione di vari oggetti e aiutare gli astronauti nei compiti di inventario; possono monitorare la qualità dell'aria, i livelli del suono nei vari moduli o altre condizioni ambientali; con un braccio robotico possono spostare merci o condurre esperimenti e altri compiti di ricerca; e semplicemente con la loro presenza, rappresentano un'opportunità per studiare le interazioni uomo-macchina in microgravità. L'obiettivo è sollevare l'equipaggio di alcune "fatiche" nella manutenzione ordinaria, liberando tempo da dedicare alla scienza.

Due Astrobee raggiungeranno la ISS già questo mese, con un lancio dalla Wallops Flight Facility in Virginia. Con loro collaborerà, nei prossimi mesi, anche l'astronauta dell'ESA Luca Parmitano, che arriverà sulla Stazione Spaziale Internazionale a luglio, nell'ambito della missione Beyond.

14 aprile 2019 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us