Spazio

Gli asteroidi mancanti

Una decina di membri della famiglia di asteroidi Karma manca all'appello: sono oggetti scuri, molto difficili da trovare. Dove sono? Sono forse vicini alla Terra?

Quando asteroidi della fascia principale del Sistema Solare (ossia quelli che si trovano tra Marte e Giove) entrano in collisione, i frammenti che si producono si riuniscono in raggruppamenti che orbitano attorno al Sole, formando famiglie di asteroidi più o meno numerose e più o meno grandi. In particolari condizioni, quegli asteroidi possono finire nello spazio vicino alla Terra.
 
Un team di ricercatori delle università di Belgrado (Serbia) e di San Paolo (Brasile) ha elaborato una simulazione orbitale degli asteroidi della famiglia Karma, a partire dall'impatto iniziale che diede origine alla famiglia stessa - lo studio è pubblicato su Monthly Notice della Royal Astronomical Society. I risultati suggeriscono che, nel corso del tempo, 350 membri di quella famiglia si sono trasferiti vicino all'orbita terrestre e che una decina potrebbero essere attualmente in uno spazio molto vicino alla Terra, finora mai scoperti perché sono pochissimo luminosi.

La fascia principale degli asteroidi (in bianco) si trova tra le orbite di Marte e Giove.
La fascia principale degli asteroidi (in bianco) si trova tra le orbite di Marte e Giove. © HeNRyKus / WikiMedia Commons (P.D.)

La famiglia Karma. Questa famiglia di asteroidi prende il nome dal suo corpo più grande, l'asteroide 3811 Karma, scoperto nel 1953. I ricercatori stimano che circa 137 milioni di anni fa un oggetto sconosciuto colpì un corpo che aveva un diametro compreso tra 34 e 41 chilometri, dando origine a numerosi oggetti più piccoli. Sono condriti carbonacee, perciò riflettono poca luce e sono di conseguenza difficili da trovare, e tuttavia «nuove osservazioni condotte negli ultimi due anni hanno rivelato la posizione di 317 membri della famiglia Karma, ma all'appello ne mancano almeno una decina», afferma Debora Pavela (Università di Belgrado), coordinatrice del lavoro. A questa conclusione il team è giunto dopo avere simulato l'evoluzione delle orbite dei vari corpi che si ottennero a partire dalla collisione iniziale: una simulazione estremamente complessa che tiene conto sia dell'azione gravitazionale dei pianeti sul gruppo di asteroidi, sia dell'effetto Yarkovsky, ossia dell'influenza della radiazione solare sull'orbita degli asteroidi, misurabile su tempi lunghi.

Asteroidi terrestri? Simulazioni ripetute hanno mostrato che nel corso della vita della famiglia Karma l'effetto Yarkovsky ha causato la migrazione di 350 grandi asteroidi, di oltre 1 chilometro di diametro, verso una regione instabile della fascia principale degli asteroidi, dove si riscontra un calo nella distribuzione di questi oggetti (gap di Kirkwood). Qui i Karma entrano in risonanza con Giove secondo uno schema che li porta a compiere tre orbite attorno al Sole per ogni orbita del gigante gassoso (che dura 11,86 anni terrestri).

L'azione gravitazionale di Giove sugli asteroidi della famiglia Karma è tale che le loro orbite si allungano gradualmente, «col risultato che i "membri perduti" di Karma attraversano l'orbita di Marte e si avvicinano sempre più alla Terra», aggiunge Pavela. Le simulazioni mostrano che il primo asteroide è entrato in risonanza con Giove (definita risonanza di moto 3:1, vedi gap di Kirkwood) circa 70 milioni di anni fa, e mediamente cinque membri della famiglia si sono aggiunti ogni milione di anni circa.

Sulla base di studi precedenti, che mostrano che la maggior parte degli asteroidi che entrano in tale risonanza finiscono per diventare asteroidi vicini alla Terra, rimanendo poi in prossimità del nostro Pianeta per circa 2 milioni di anni, Bojan Novakovic (Università di Belgrado) stima che vi sia una decina di asteroidi della famiglia Karma in prossimità della Terra. Sono pericolosi? Qualunque risposta è al momento solo pura speculazione, e sarà così finché gli asteroidi mancanti non saranno localizzati e sarà possibile calcolare le loro orbite.

15 aprile 2021 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi sono le regine che hanno dominato la loro epoca? E come hanno fatto a prendere il potere, in secoli in cui né gli uomini né le leggi lo riconoscevano alle donne? L’ascesa al trono e lo stile di governo delle (poche) sovrane che hanno regnato in Europa.
E ancora: la conquista dell’Everest, una sfida iniziata cento anni fa; le imprese di George Frost Kennan, stratega della guerra fredda e spia nella Russia di Stalin.

ABBONATI A 29,90€

La scienza conferma: pensare positivo è una vera medicina e aiuta perfino la risposta immunitaria ai vaccini. Inoltre: come si può contrastare il mutamento del clima; quali sono i segnali e le funzioni dello sbadiglio; le precauzioni che usiamo contro la pandemia sono adottate anche da altri animali. E funzionano.

ABBONATI A 29,90€

Anche gli animali hanno problemi di coppia? è possibile "resuscitare" in un computer? Perché gli alberi crescono dritti anche sui pendii? Qual è stato il più grande spettacolo del mondo? Chi sulla Terra lancia meglio e più lontano di tutti? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola.

ABBONATI A 29,90€
Follow us