Scienza

Arriva la birra spaziale

Nello spazio la microgravità rende impossibile il consumo di birra e altre bevande gassate. Ma un birrificio australiano ha messo a punto il prodotto giusto per il relax degli astronauti. (Focus.it, 30 marzo 2011)

Dura vita quella dell'astronauta: rinchiuso per mesi in spazi ridottissimi, senza potersi fare la doccia, mangiando solo cibi liofilizzati o pre cotti e senza nemmeno potersi bere una birretta. Già, perchè nello spazio le bevande gassate, alcoliche o analocoliche, sono severamente vietate.
Il motivo? L'assenza di gravità, che rende impossibile la separazione, all'interno dello stomaco, dell'anidride carbonica dai liquidi. Ma il corpo non lo sa e fa percepire comunque lo stimolo del rutto. Il risultato e quello che viene definito "rutto liquido", espressione forse poco elegante, ma che non necessita di ulteriori spiegazioni. (L'astronauta italiano Paolo Nespoli ci spiega come si beve nello spazio)

Eravamo quattro amici al bar...

Ma il birrificio australiano 4 Pines, in collaborazione con l'azienda aerospaziale Saber Astronautics, ha recentemente sviluppato un rivoluzionario prodotto che salverà le serate di astronauti e turisti spaziali: la birra a gravità zero, una birra a basso contenuto di gas che può essere consumata senza problemi anche migliaia di km sopra la Terra.
Chiamata "Vostok", dal nome della prima missione spaziale con equipaggio umano, la rivoluzionaria bevanda è una stout Irladese, una birra scura dal gusto deciso e affumicato.
La scelta dei mastri birrai è caduta su una ricetta dal sapore così intenso perchè nello spazio la lingua degli astronauti soffre di un leggero ingrossamento che fa percepire i sapori molto più attenuati.
La Vostok è stata testata con successo lo scorso 26 febbraio in un volo parabolico a gravità zero e ha sbaragliato la concorrenza di altre birre meno adatte ad un consumo spaziale. Chissà se entrerà mai nei menù della NASA...
Volete assaggiarla? Per ora è disponibile solo in alcuni pub della costa australiana occidentale.

30 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Ascesa e declino di Sparta, la polis greca che dominò il Peloponneso con la sua incredibile forza militare e un'organizzazione sociale che forgiava soldati e cittadini pronti a tutto. Perché Beethoven cambiò per sempre il mondo della musica; gli esordi dell'Aids, l'epidemia che segnò un'epoca.

ABBONATI A 29,90€
Questo numero di Focus è speciale perchè l'astronauta dell'Esa Luca Parmitano ci ha affiancato per realizzare un giornale dedicato alle frontiere della scienza, dalla caccia agli esopianeti alla lotta contro il coronavirus fino agli organi stampati in 3d. Grazie Luca per i tuoi consigli e suggerimenti!
ABBONATI A 29,90€

Cosa posso comprare nel mondo con un euro? Perché i crackers hanno i buchi? Dove vanno i gatti quando spariscono da casa? Quanto può dormire un batterio? Correre una maratona fa ringiovanire? Con Focus D&R trovi più di 250 risposte rigorosamente scientifiche alle domande più curiose, divertenti e (anche) un po' folli che potresti mai immaginare.

 

 

ABBONATI A 14,90€
Follow us