Spazio

Apollo 11, i graffiti riscoperti all'interno del Columbia

Appunti scritti a mano, calcoli e persino un calendario: li hanno trovati i curatori dello Smithsonian mentre scannerizzavano l'interno del modulo di comando.

A quasi 50 anni dalla sua storica missione, l'Apollo 11 non smette di sorprendere. All'interno del modulo di comando Columbia ci sono numerosi graffiti: scritte, appunti, messaggi e disegnini.

Le scritte - a onor del vero - erano note, ma ormai dimenticate. Durante un processo di digitalizzazione degli interni della navicella condotto nello Smithsonian National Air and Space Museum di Washington DC, dove è conservata, sono stati riscoperti e fotografati.

Appunti "seri". Mentre realizzavano un modello 3D di ogni anfratto del Columbia, dal quale l'astronauta Michael Collins, rimasto in orbita lunare, seguì le operazioni di allunaggio di Neil Armstrong e Buzz Aldrin, i curatori del museo hanno notato note scritte a mano, calcoli matematici e persino un calendario che scandiva i giorni della missione, annotati sulle pareti. "Graffiti" che confermano anche un certo grado di improvvisazione riservato all'equipaggio delle missioni lunari.

Nuove indagini. Alcune scritte sembrerebbero annotazioni con le quali Collins tentò di calcolare le coordinate del modulo lunare Eagle, e di inviarle a Houston: studiandole, gli esperti della Nasa potranno capire che cosa esattamente determinò il guasto nel sistema di atterraggio automatico dell'Eagle, poi risolto dall'equipaggio.

Non aprire! Altri graffiti segnalano dove gli astronauti decisero di tenere le sacche di urina raccolte nelle prime fasi di volo, o rifiuti particolarmente "puzzolenti". Sopra un armadietto compare anche un calendario scritto a mano, con le caselle dal 16 al 24 luglio (1969). Sono tutte barrate, meno l'ultima: quella dello splashdown nel Pacifico.

Qui, una animazione 3D del Columbia realizzata dallo Smithsonian:

18 febbraio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us