Gli astronauti in orbita sulla ISS vanno in palestra?

Anche sulla ISS, mentre sono in orbita nello spazio, gli astronauti possono fare esercizio fisico. Ecco come e con quale attrezzo particolare.

Gli astronauti fanno ginnastica
Una sessione di allenamento sulla Stazione Spaziale Internazionale. | Esa

La giornata tipo degli astronauti della ISS, la Stazione Spaziale Internazionale (negli ultimi mesi comandata da Luca Parmitano) inizia alle 5.50 (ora di Greenwich). Una volta aperta la cuccetta dove hanno dormito, ancora prima di fare colazione, alcuni di loro decidono di fare palestra grazie a un attrezzo multiuso: il suo nome è Advanced Resistive Exercise Device (Ared), ed è formato da un braccio meccanico che è possibile muovere su più assi. Inoltre Ared è dotato di una pedana su cui è fissato un sedile.

Focus 238
È in edicola il nuovo Focus di febbraio n. 328. Sfoglia l'anteprima online. | Focus 328

Allenamenti spaziali. L'esercizio fisico è infatti fondamentale per evitare le complicazioni muscolari dettate dall'assenza di gravità che tende ad atrofizzare i muscoli e i problemi di osteoporosi dovuti alla carenza di vitamina D, conseguente all'impossibilità di stare all'aria aperta. Per questa ragione, gli astronauti della ISS si allenano con Ared almeno un'ora al giorno, utilizzandolo in tre modalità.


La prima consiste nel sedersi sul seggiolino, impugnare con due mani il braccio meccanico e sollevarlo, per fare pesi. Se l'obiettivo sono cosce e glutei, basta invece rimanere seduti sul seggiolino, fissare il braccio meccanico alla parete e spingerlo con le gambe. Per schiena, tricipiti e addominali, bisogna accedere alla barra corta, una sorta di manubrio legato a un cavo ancorato sulla pedana.

 

Questo è l'estratto dell'articolo Una giornata spaziale di Ismaele Morabito. Per scoprire come un astronauta trascorre la sua giornata tipo sulla ISS, leggi l'articolo completo sul nuovo Focus in edicola (Febbraio, n. 328).

 

 

9 febbraio 2020 | Fabrizia Sacchetti