Spazio

A caccia della vita nel deserto più arido del mondo

In un mese di esplorazioni il robot Zoë trova tracce di vita nel deserto di Atacama, dove il suolo è molto simili a quello di Marte. Forse un giorno lo stesso sistema potrebbe essere utlizzato...

A caccia della vita nel deserto più arido del mondo
In un mese di esplorazioni il robot Zoë trova tracce di vita nel deserto di Atacama, dove il suolo è molto simili a quello di Marte. Forse un giorno lo stesso sistema potrebbe essere utlizzato sul pianeta rosso.

Zoë il rover-robot che ha esplorato il deserto di Atacama, non ha trovato così tanta vita. Non c'erano auto e prati verdi, ma solo batteri e licheni. Chissà che un giorno non sia possibile trovare qualcosa di simile anche su Marte. Nella foto Zoe era in fase di test in un parco.
Credit: Carnegie Mellon University

Se c'è vita nel deserto più deserto della Terra, potrebbe esserci anche su Marte? Chissà... Siamo sempre nel campo delle ipotesi. Ma ora potrebbe essere più facile scoprirlo, grazie a un robot progettato all'università Carnegie Mellon di Pittsburgh.
Zoë, così si chiama il rover-robot, è stato portato in missione speciale nel deserto di Atacama nel nord del Cile, dove le condizioni del suolo sono molto simili a quelle che si possono trovare su Marte. Qui è riuscito a individuare, in totale autonomia, delle forme di vita. E precisamente alcune colonie di batteri e licheni in due differenti zone del deserto. «Il nostro sistema di riconoscimento della vita nel deserto ha lavorato molto bene - afferma Alan Waggoner che ha partecipato alla ricerca - e qualcosa di simile potrebbe consentire ai futuri robot di cercare la vita su Marte».
Trovato l'ago nel pagliaio. Cercare una qualche forma di vita nel deserto di Atacama, considerato il luogo sulla Terra meno adatto per lo sviluppo di organismi viventi, è un po' come cercare un ago nel pagliaio. Ma Zoë ce l'ha fatta, grazie a telecamere e sensori per l'esplorazione del terreno e a un nuovo sistema per il rilevamento di eventuali forme di vita. Il sistema si basa su delle vernici speciali che spruzzate sul terreno si illuminano nel momento in cui si legano con alcuni agenti chimici come gli acidi nucleici che si trovano nel DNA, o gli aminoacidi delle proteine. Mentre una videocamera fissata nella parte inferiore del rover riprende tutto.
Atacama come Marte? Questo, secondo gli esperti, è un metodo di analisi che potrebbe risultare molto efficiente su Marte, perché può essere utilizzato anche con la luce del giorno - mentre altri sistemi di rilevamento sono compromessi dai raggi solari - e senza dover prelevare grandi quantità di suolo per le analisi.

(Notizia aggiornata al 22 marzo 2005)

22 marzo 2005
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us