Focus

2029: una nuova colonia su Marte

Annunciata una nuova missione spaziale: MarsPolar. Nel 2029 manderà coloni sul Pianeta Rosso: Marte si fa affollato.

bbbbbbbbb
Il Mars Transportation Vehicle. | MarsPolar

Un nuovo progetto per Marte mette insieme un team all'apparenza improbabile: Russia, Emirati Arabi Uniti, Polonia, Stati Uniti e Ucraina. Il progetto è MarsPolar e, come l'olandese Mars One, ha l'obiettivo di fondare una colonia umana sul Pianeta Rosso.

 

Non è chiaro se la scelta del nome voglia riscattare il destino dello sfortunato Mars Polar Lander (vedi), caduto nel 1999 nei pressi del polo sud marziano e mai più ritrovato, ma i suoi promotori sono fiduciosi che nel 2029 i primi coloni potranno atterrare senza problemi su Marte, nella regione polare, dove si trova abbondante acqua ghiacciata. La zona è di interesse principalmente per la ricerca di tracce di vita.

 

Collaborazione con SpaceX? I selezionati per questo viaggio di sola andata saranno spediti a gruppi di 4/6 ogni due anni, quando Marte e la Terra si trovano allineati e il trasporto dura solo 6 o 7 mesi. Roman Juranek, portavoce di MarsPolar, ha già anticipato che sono in cerca di un accordo con l'agenzia spaziale privata SpaceX, che dovrebbe mettere a disposizione i suoi Falcon Heavy e Red Dragon.

 

Schema di una struttura di insediamento su Marte. | MarsPolar

L'inizio della missione. Una prima fase di MarsPolar inizierà nel 2027, quando il Mars Transportation Vehicle porterà su Marte un carico di 35 tonnellate con cibo, acqua, ossigeno, carburante e vario materiale che servirà a costruire l'habitat dei futuri coloni.

 

Il primo equipaggio partirà dopo circa 26 mesi e per loro non è previsto rientro, almeno per i successivi dieci anni. Alcune ricerche sulle possibili ripercussioni sulla loro salute sono già in corso, ma in questo caso, a differenza di Mars One, le selezioni non sono ancora aperte, né i criteri sono stati resi pubblici.

 

Emirati Arabi in prima linea. La missione, finanziata per ora da donazioni e investimenti privati, è infatti ancora in fase organizzativa. Il primo passo sarà fondare il MarsPolar Space Center, ovvero la base della società. L'auspicio dei fondatori è che sia negli Emirati Arabi Uniti, in questo momento volenterosi di competere con le nuove arrivate, India e Cina, nella corsa allo spazio.

 

1 giugno 2015 | Sara Zapponi