Il lungo cammino del magma dell'Etna
500mila anni fa il magma risaliva in superficie attraverso fessure nelle faglie, sul versante sud-est dell'Etna. Poi le zone di eruzione si sono spostate più a nord, dove si trovano attualmente.
I vincitori dell'IgNobel 2019
Il premio alle ricerche che "prima fanno ridere, e poi riflettere" è andato a studi su alcune singolari asimmetrie maschili, sugli escrementi a forma di mattone del vombato e a una macchina cambia-pannolini.
Il cranio virtuale del bisnonno dei sapiens
Per fare ordine tra le sparute e contraddittorie testimonianze fossili dei nostri antenati, un team di paleontologi ha ricreato l'aspetto del teschio del più arcaico antenato dell'uomo moderno al computer. 
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana...
La luce delle galassie più remote e antiche dell'Universo impiega milioni di anni a raggiungerci: le vediamo oggi così com'erano quando dell'uomo, sulla Terra, non c'era ancora traccia.
L’uomo che sfida Einstein
Un fisico olandese ribalta secoli di studi sulla gravità. Per chiarire un mistero irrisolto: la materia oscura.
Nove curiosità sul solstizio d'inverno
Con il solstizio d'inverno, entriamo anche astronomicamente nella stagione fredda. Ma che cosa vuol dire, di preciso, solstizio?
Le scoperte scientifiche più importanti del 2017
La scienza è meravigliosa, e anche quest'anno ne abbiamo avuto prova.
L'italiana Marica Branchesi scienziata dell'anno
La scienziata che ha fatto da ponte tra astronomi e fisici delle collaborazioni LIGO e VIRGO è tra le 10 personalità scientifiche dell'anno selezionate dalla rivista Nature.
Gli anestetici addormentano anche le piante
Alcune piante sono capaci di muoversi rapidamente, ma non quando vengono anestetizzate. Una scoperta che fa sorgere nuove domande sul già oscuro funzionamento degli anestetici.
La gravità per mitigare i danni da terremoto
I forti terremoti producono anomalie nel campo gravitazionale della Terra: una rete di sensori gravimetrici può dare l'allarme prima dell'arrivo delle onde sismiche più distruttive.
Il laboratorio naturale per studiare Marte
Una neonata isola vulcanica nell'Oceano Pacifico ha tutte le caratteristiche che servono per cercare tracce di vita su Marte.