Il lungo cammino del magma dell'Etna
500mila anni fa il magma risaliva in superficie attraverso fessure nelle faglie, sul versante sud-est dell'Etna. Poi le zone di eruzione si sono spostate più a nord, dove si trovano attualmente.
I vincitori dell'IgNobel 2019
Il premio alle ricerche che "prima fanno ridere, e poi riflettere" è andato a studi su alcune singolari asimmetrie maschili, sugli escrementi a forma di mattone del vombato e a una macchina cambia-pannolini.
Il cranio virtuale del bisnonno dei sapiens
Per fare ordine tra le sparute e contraddittorie testimonianze fossili dei nostri antenati, un team di paleontologi ha ricreato l'aspetto del teschio del più arcaico antenato dell'uomo moderno al computer. 
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Una passeggiata sulla spiaggia di 13.000 anni fa
Sono 29 orme lasciate forse da una famiglia preistorica sul finire dell'ultimo periodo glaciale: sono la conferma del fatto che la costa del Pacifico fu tra le vie di accesso preferite al continente.
I grandi incontri di Focus 2018
Riparte il nostro tour in giro per l’Italia. Per parlare di spazio e di clima.
Gli sciami di api: un "cervello" in movimento
Il modo in cui costruiscono una risposta a uno stimolo esterno somiglia, per certi versi, a quello del nostro organo pensante. E le interazioni tra i singoli esemplari ricordano quelle tra neuroni.
L’Etna sta lentamente scivolando in mare
Si muove ad una velocità di 14 millimetri all’anno. Al momento non crea pericoli, ma si tratta di una situazione da monitorare e non sottovalutare.
Con le foto aiutiamo la Nasa a studiare il clima
Una app gratuita della Nasa ci fa diventare tutti un po' scienziati e ci permette di contribuire allo studio del clima che cambia. Come? Fotografando il cielo e le nuvole!
Triste o felice, lo dice il colore del tuo viso
Si possono leggere le emozioni altrui da cambiamenti quasi impercettibili delle sfumature della pelle.
Le corna del triceratopo: a che cosa servivano?
Non, come si pensava, a distinguere le diverse specie in uno stesso territorio. Più probabilmente, indicavano prestanza fisica, e attiravano l'attenzione del sesso opposto.
Burian, Buran e la guerra del meteo
L'equinozio di primavera e la Giornata internazionale della meteorologia  cadono in periodo di assurda competizione tra servizi meteo, che distrae dai temi importanti che riguardano il clima.