Homo sapiens: in Europa già 210.000 anni fa
Sapiens e neanderthal nella stessa regione, nell'attuale Grecia, 160.000 anni prima di ciò che si pensava.
Le cure materne 3 milioni di anni fa
Le madri di Australopithecus africanus allattavano i piccoli molto a lungo, anche oltre un anno: un comportamento che potrebbe aver contribuito all'estinzione della specie.
Il dito sproporzionato di un uccello preistorico
Il fossile apparteneva a un pennuto più piccolo di un corvo, estinto insieme ai dinosauri. Il suo terzo dito serviva forse ad estrarre piccoli insetti dall'interno della corteccia.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Il paleo mostro marino con occhi già complessi
La scoperta di 15 cervelli fossili di un predatore marino vissuto 520 milioni di anni fa getta luce sull'evoluzione del sistema nervoso e visivo degli invertebrati.
Boom sonico in nord Italia: che cosa è successo
Molte persone in Piemonte e in Lombardia hanno avvertito due forti boati: ecco la possibile spiegazione.
Come si genera il muro del suono?
Si parla di “muro del suono” perché la resistenza dell’aria aumenta sempre di più con l’aumentare della velocità dell’aereo, e diventa elevatissima (quasi una barriera fisica) quando la velocità...
Wiki Science Competition: i vincitori
I concorrenti italiani del concorso che Wikipedia organizza per sottolineare l'importanza di immagini e video per la divulgazione scientifica.
E il premio Abel per la Matematica va a...
Lo scienziato canadese Robert Langlands si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento per aver predetto connessioni inaspettate tra diversi campi dell'analisi e della teoria dei numeri.
L'Universo vivrà a lungo. Oppure no
Nuovi calcoli spostano in avanti le stime sull'aspettativa di vita dell'Universo, ma mettono in luce un'incertezza sul bosone di Higgs, che potrebbe anticipare la fine del Cosmo.
Equinozio di primavera 2018: perché il 20 marzo?
Questa primavera è iniziata il 20 marzo alle 17:15: perché la data dell'equinozio non è più il 21 marzo, come insegnavano a scuola?
Il Nord Atlantico è sempre più dolce
In uno dei tratti di oceano più ricchi di nutrienti si è registrato, negli ultimi 10 anni, un sensibile calo di salinità: si cerca adesso di determinarne le cause.