Dove la Toscana sprofonda
Le tecnologie per lo Spazio hanno importanti ricadute positive: per esempio, possiamo tenere sotto costante controllo zone dove si verificano abbassamenti del suolo.
I cicloni sull'Oceano Indiano
Le tempeste tropicali ad alta intensità sono legate alle temperature insolitamente elevate della superficie dell’Oceano Indiano: che cosa ha prodotto questa situazione?
Anche i romani, nel loro piccolo, inquinavano
C'è allarme per i livelli di CO2 in atmosfera, mentre da studi su carote di ghiaccio arrivano le prove delle attività industriali inquinanti dell'antica Roma.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Animazione sospesa, DARPA e tardigradi
L'animazione sospesa è il nuovo obiettivo della ricerca Usa con applicazioni militari. Si aprono però nuovi scenari anche per la vita di tutti i giorni e per l'esplorazione spaziale.
Un pulcino di 127 milioni di anni
Assomigliava ad un piccolo pappagallo e morì quando le ossa non si erano ancora del tutto formate.
Bolle di ossigeno di miliardi di anni fa
Rinvenute in India le tracce dell'attività di antichi microrganismi, probabilmente cianobatteri.
Acqua liquida oltre il limite del congelamento
Acqua allo stato liquido fino a -42,55 °C: un esperimento per migliorare i nostri modelli atmosferici e indagare su di un fenomeno, la cristallizzazione, ancora poco compreso.
Che cosa succede al nostro campo magnetico?
Ricostruite le fluttuazioni storiche in un'area dell'Africa in cui il campo è più debole. Lì sotto, a 2.900 km di profondità, sembra nascondersi l'origine del suo recente assottigliamento.
L'albero genealogico con 13 milioni di parenti
Ricostruito sulla base dei dati raccolti da un sito di ricerche genealogiche, aiuta a capire che cosa influenza la durata della vita umana ed è un affresco su sei secoli di trasformazioni sociali.
Caccia aperta a 1,6 milioni di virus sconosciuti
Tanti sono quelli che infettano le specie animali sulla Terra, e tra questi si trovano forse i responsabili delle prossime pandemie: un progetto internazionale proverà a identificarne la maggior parte.
C'è vita anche nel deserto più arido del mondo
Comunità di microrganismi sopravvivono, dormienti, nel sottosuolo dell'Atacama, per tornare attive durante le rarissime piogge. Qualcosa di simile potrebbe succedere anche su Marte.