Dove la Toscana sprofonda
Le tecnologie per lo Spazio hanno importanti ricadute positive: per esempio, possiamo tenere sotto costante controllo zone dove si verificano abbassamenti del suolo.
I cicloni sull'Oceano Indiano
Le tempeste tropicali ad alta intensità sono legate alle temperature insolitamente elevate della superficie dell’Oceano Indiano: che cosa ha prodotto questa situazione?
Anche i romani, nel loro piccolo, inquinavano
C'è allarme per i livelli di CO2 in atmosfera, mentre da studi su carote di ghiaccio arrivano le prove delle attività industriali inquinanti dell'antica Roma.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

La nano-pompa che si nutre di agenti nervini
Enzimi racchiusi in idrogel consumano i composti tossici ed emettono sostanze contro l'avvelenamento. In futuro potrebbero essere incorporati nelle divise militari.
Gli stretti marini: "archivi liquidi" del clima
Confrontando le variazioni di marea dei nostri giorni con quelle del passato è possibile ipotizzare quel che avveniva nelle profondità marine (e di conseguenza, in atmosfera) diversi secoli fa.
Una nuova, più accurata mappa della Terra
Equal Earth mostra le vere dimensioni dei continenti senza distorcerne eccessivamente la forma: la Nasa l'ha già adottata per rappresentare le temperature globali di luglio.
La prima vita sulla Terra
Si chiamava LUCA. La vita sul nostro pianeta è antica quasi quanto la Terra stessa, e aveva davvero poco in comune con noi: ecco il calendario della storia della vita.
Mamma Neanderthal, papà denisoviano
L'analisi del DNA di un frammento osseo rivela per la prima volta i resti di un discendente diretto dei due gruppi di ominidi: una femmina, vissuta per breve tempo 50.000 anni fa.
Risolto il dilemma del gradino d'acqua di Leonardo
Un nuovo studio analizza il problema posto già da Da Vinci: perché, quando si espande nel lavandino, l'acqua fa un saltello?
La storia del lungo viaggio della Groenlandia
Prima di giungere nel luogo dove si trova oggi, la grande isola ha percorso centinaia di chilometri passando sopra un “punto caldo” che l’avrebbe potuta spezzare. Su quel punto caldo si è poi formata l'Islanda.
Dopo un terremoto ne arriva un altro agli antipodi
Nei tre giorni che seguono un evento sismico intenso ci sono maggiori possibilità che se ne verifichi un altro, dall'altra parte del Pianeta.