Scienze

Wikipedia ha bisogno di soldi

L'enciclopedia digitale si autofinanzia.

La più famosa enciclopedia del web torna a chiedere l’aiuto di tutti per continuare a essere gratuita e libera. Quest’anno l’obiettivo da raggiungere è di ben 16 milioni di dollari altrimenti chiuderà i battenti per sempre.

“Wikipedia è il quinto sito più popolare del web”

Appello in tutte le lingue – Se hai consultato una qualsiasi pagina di Wikipedia negli ultimi giorni, ti sarai sicuramente accorto del banner con l’immagine di Jimmy “Jimbo” Wales: è un appello per raccogliere fondi per continuare a portare avanti il progetto. Wikipedia, come spiega il suo fondatore nella pagina tradotta in tutte le lingue, ogni anno si fa viva in questo periodo dell’anno per chiedere ai suoi affezionati lettori, e ai membri della vasta comunità, di fare una piccola donazione per garantire che l’enciclopedia resti gratuita e libera dalla pubblicità.

Non profit – Wikimedia, com’è noto, è un’organizzazione senza fini di lucro che vive esclusivamente sulle donazioni. Se l’anno scorso l’obiettivo da raggiungere (e raggiunto) era di 8 milioni di dollari, quest’anno la cifra sale a ben 16 milioni. Secondo la Fondazione Wikimedia, infatti, i costi operativi di Wikipedia aumentano in maniera esponenziale ogni anno e per il periodo 2010-2011 toccheranno quota 20,4 milioni dollari.

Ce la farà? - Jimmy Wales, nel suo appello, ribadisce il concetto alla base di Wikipedia: “Niente pubblicità. Nessun guadagno. Nessun obiettivo finale recondito.” Wikipedia è il quinto web più popolare del mondo, alle spalle di quattro colossi “creati e mantenuti grazie a miliardi di dollari di investimenti, a enormi staff aziendali e a continue campagne di marketing.” Ogni mese la consultato gratis, e senza sorbirsi un briciolo di pubblicità, più di 380 milioni di persone … quasi una su tre di tutte quelle che si connettono a internet. 16 milioni di dollari sono una cifra notevole, chissà se anche quest’anno Wikipedia raggiungerà il suo obiettivo.

I segreti di Chatroulette. Guarda la gallery!

15 novembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us