Scienze

Wiki Science Competition: i vincitori

I concorrenti italiani del concorso che Wikipedia organizza per sottolineare l'importanza di immagini e video per la divulgazione scientifica.

La Wiki Science Competition è il concorso internazionale promosso da Wikipedia che premia fotografie e video a tema scientifico sulla base di pochi e semplici criteri: le regole sono riassunte qui, ma vogliamo citarne due - quelle che più rispecchiano la filosofia alla base del colossale lavoro messo gratuitamente a disposizione di tutti da Wikipedia. In sintesi: i lavori in concorso devono essere disponibili a tutti (licenza libera o pubblico dominio) e devono essere corredati da una buona descrizione scientifica (possibilmente anche in inglese).

Wikipedia, WikiMedia, Wiki Science Competition, fotografia scientifica, concorsi fotografici
Paride Legovini: la fotografia premiata per la categoria General. © Paride Legovini / WikiMedia

Quanto ai premi, be', è garantito il rimborso spese ai vincitori della selezione italiana per partecipare alla premiazione (il 23 marzo alle ore 12, presso la Scuola Normale di Pisa, che è partner del progetto), e se avanza qualcosa "indicativamente dovrebbe essere sulle centinaia di euro". Non è, insomma, un concorso fotografico con ricchi premi: lo scopo è invece quello di sottolineare l'importanza dei formati multimediali per la divulgazione scientifica e la facilità di accesso a questi contenuti.

Wikipedia, WikiMedia, Wiki Science Competition, fotografia scientifica, concorsi fotografici
Stefania Rizzelli: batteri e muffe nel cibo (Image Set). © Stefania Rizzelli / WikiMedia

Alla selezione italiana hanno partecipato 800 fotografi che, tra novembre e dicembre dell'anno scorso, hanno inviato le loro opere per una o più categorie tra le 5 contemplate: General Category, Image Sets (cioè serie di più immagini), No-photographic media (video e file multimediali), Microscopy Images, People in science. La giuria italiana ha annunciato i vincitori, le cui opere passeranno adesso al vaglio della giuria della sezione internazionale (2.200 partecipanti, con oltre 10.000 contributi).

La selezione italiana. Per la categoria General è stato premiato Paride Legovini per l'affascinante scatto notturno in Antartide, vicino alla base Concordia, durante alcune misurazioni lidar (strumento laser per misurare distanze o determinare la concentrazione di composti in atmosfera).

Wikipedia, WikiMedia, Wiki Science Competition, fotografia scientifica, concorsi fotografici
Anna Marchenkova: un topo di laboratorio con un impianto cerebrale usato per registrare in tempo reale l'attività neuronale nello svolgimento di alcune attività. Nella foto (People in Science) un ricercatore nutre il topo con succo di mela, col contagocce. © Anna Marchenkova / WikiMedia

Per la categoria Microscopy (microscopia) ha vinto Massimo Brizzi con la sezione di un parassita. Per Image Set (gruppi di immagini a tema) il premio è andato a Stefania Rizzelli per le sue foto di batteri e muffe nel cibo (una delle foto del set: un batterio della famiglia Bacillaceae isolato nei latticini). Per People in Science il riconoscimento è andato ad Anna Marchenkova per la foto di un ricercatore intento a nutrire un topo durante un esperimento in laboratorio. Nella categoria non-fotografica ha vinto Matteo Gelardi con un video di cellule ciliate della mucosa nasale (vedi sotto).

21 marzo 2018 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us