Scienze

Web-follie: la vita del nascituro in mano al sondaggio web

Coppia mette in mano alla rete la vita del figlio.

Una coppia del Minnesota crea un sito per chiedere al Web un parere che dovrebbe essere in realtà solo personale: continuare la gravidanza o meno?

“I visitatori, finora, si sono schierati per la nascita del bambino”

Strana coppia - Pete e Alisha Arnold sono una coppia americana della classe media, entrambi lavorano e non navigano nell'oro. Per questo hanno pianificato tempi e modi della propria gravidanza. Dal sito che hanno sviluppato, che ha l'esplicito nome di birthornot.com, illustrano il loro caso personale per aprire un dibattito sull'aborto, tema alquanto ostico in diversi stati USA.

Web Poll - I due genitori spiegano online le motivazioni della loro scelta e definiscono come importante il parere degli sconosciuti navigatori del Web. Infatti sulle pagine si può votare se è il caso di far continuare o meno la gravidanza, senza però interpellare il feto. I due non sono dei novellini della materia: hanno già avuto dei problemi in una precedente situazione alcuni anni fa e due gravidanze programmate a inizio anno non sono andate a compimento.

Scelta poco etica? - Oltre a chiedere il parere degli utenti del Web, i due futuri genitori postano commenti, rilfessioni e persino le ecografie, di cui alcune delle più innovative: a tre dimensioni, del piccolo in questione. In pratica sono le fotografie dell'ignaro nascituro, che non ha ancora un nome: per ora ha solo un nomigliono.

I voti degli utenti - Per fortuna non tutte le persone che navigano online sono così particolari come i due membri della coppia. Infatti, a dispetto delle motivazioni utilizzate per motivare l'idea di programmare la nascita di un figlio, tra cui le spese economiche e gli investimenti prospettati per diventare genitori, la maggior parte dei visitatori ha finora votato a favore del futuro bambino.

Guarda le meraviglie della terra

19 novembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us