Scienze

Trovata la vita a una profondità dove si pensava non esistesse

In Cina, in un pozzo scavato per 5 chilometri, sono stati trovati microbi a una profondità che si pensava fosse incompatibile con la vita.

In un pozzo realizzato a scopi di ricerca nell'ambito del progetto cinese Continental Scientific Drilling (CCSD), pozzo che risulta essere tra più profondi al mondo su terraferma, sono stati scoperti microbi a una profondità di circa 5 chilometri dalla superficie terrestre. Si tratta della maggiore profondità a cui siano mai state trovate forme di vita, in un ambiente che si pensava incompatibile con la vita stessa.

Finora la maggiore profondità a cui erano stati trovati organismi viventi erano i 3,6 chilometri di una miniera d'oro del Sud Africa, dove erano stati rinvenuti minuscoli vermi nematodi. Ora, dunque, il gruppo guidato da Hailiang Dong, dell'Università cinese di Geoscienze, e Li Huang dell'Accademia cinese delle scienze, ha scoperto cellule batteriche a profondità maggiori.

E ora la sfida. A -4,85 km, infatti, in un pozzo profondo 5,1 chilometri scavato nella Cina orientale, i ricercatori hanno anche recuperato il DNA di quelle cellule e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Geobiology

Dimostrare che le cellule sono vive sarà una sfida: sappiamo infatti, da studi precedenti, che spesso i microbi che vivono in profondità sotto la superficie operano su una scala temporale così lenta da mostrare pochissimi dei "segnali" tipici della vita, come il movimento o la riproduzione.

Ma ci sono diverse ragioni per credere che quelli appena trovati siano realmente vivi. Secondo gli scienziati è addirittura possibile che quei microbi formino una vera e propria comunità vivente. A questo punto, stando ai ricercatori, è possibile che altri microbi possano essere trovati a profondità maggiori in altre parti del mondo.

Oltre il limite. Trovare vita ancora più in profondità nel medesimo pozzo sembra impossibile a causa delle temperature elevate che già si trovano a 5 chilometri di profondità: lì sotto, infatti, sono state registrate temperature di 137 °C, ben superiori – secondo la maggiore parte dei biologi - ai 122 °C oltre i quali nessun organismo conosciuto sembra poter vivere. Secondo i calcoli di Dong e Huang, comunque, la vita potrebbe esistere fino a 150 °C, ipotesi compatibile con la possibilità che i batteri vivano "senza problemi" a 137 °C. 

Extraterrestri. uttavia secondo Barbara Sherwood Lollar dell'Università di Toronto (Canada), la temperatura potrebbe non essere l'unico parametro da prendere in considerazione per porre un limite alla vita sotterranea. «Penso che i limiti siano in realtà dovuti a una complessa interazione tra una varietà di parametri diversi, tra cui la temperatura, la pressione e la natura fisica delle rocce, la loro porosità e l'acqua che penetra nel sistema».

La scoperta della vita a tale profondità ha implicazioni anche per la ricerca della vita extraterrestre: «In astrobiologia definiamo l'abitabilità come un ambiente che può supportare la crescita di almeno un organismo conosciuto», afferma Sean McMahon della University of Edinburgh, Regno Unito. «Se scopriamo un nuovo organismo che vive ad una temperatura più alta, la nostra definizione di abitabilità cambierà immediatamente per adattarsi a quel nuovo limite». 

22 febbraio 2021 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us