Scienze

Nella Valle della Morte (California) registrata la temperatura più alta di sempre (forse)

Nella Valle della Morte in California il termometro ha segnato 54,4 °C: si tratta della temperatura più alta mai registrata sulla Terra (considerando solo le misure "affidabili").

Qualche giorno fa nella Death Valley (la Valle della Morte della California, "famosa" anche per il mistero delle pietre mobili) è stata registrata quella che, probabilmente, è la temperatura più alta mai misurata sulla Terra: 54,4 gradi centigradi.

Record o non record? Di sicuro, se questa misura del Servizio Meteorologico Nazionale (NWS) resisterà fino a fine mese, si tratterà del valore più alto mai registrato nel mese di agosto in quel punto (chiamato Furnace Creek Ranch) e il maggiore mai registrato nel Parco Nazionale della Valle della Morte da almeno un secolo: precisamente, la temperatura ha raggiunto il 54,4 °C alle 15:41 del 16 agosto, nel bel mezzo di un'ondata di calore che ha favorito incendi in tutto il sud-ovest degli Usa e provocando persino interruzioni nella trasmissione della corrente elettrica.

Quanto al "record del mondo", l'Organizzazione Meteorologica Mondiale indica ancora il valore di 56,7 °C, che sarebbe stato registrato il 10 luglio 1913, sempre nel Furnace Creek Ranch. Ma già da qualche anno alcuni esperti di meteorologia mettono in dubbio che l'affidabilità di questo dato. E ci sono riserve pure su un altro "pretendente al titolo", una misurazione effettuata nel 1931 a Kebili, in Tunisia, pari a 55 °C.

Prendendo in considerazione soltanto le temperature "certificate", universalmente riconosciute, il nuovo valore scavalca il precedente record di 53,9 °C fatto registrare sempre nella Death Valley il 1° luglio 2013.

A proposito: ecco uno video mozzafiato in timelapse che mostra le scie delle stelle, il tramonto, il sorgere del Sole durante una notte d'inverno di qualche anno fa, ripreso proprio dalla Death Valley

21 agosto 2020 Roberto Graziosi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us