Scienze

Uomini e topi convivono da 15 mila anni

Il rapporto con i roditori è iniziato prima della nascita dell'agricoltura e della domesticazione dei gatti, quando eravamo ancora cacciatori-raccoglitori (ma con sistemazioni stabili).

Dove ci sono l'uomo e le sue scorte di cibo, arrivano anche i topi: proprio la (combattuta) relazione con i piccoli animali è stata ora usata per ricostruire una "storia dell'agricoltura" e le tappe che ci resero una specie sedentaria.

Tradizionalmente si fa risalire la colonizzazione degli insediamenti umani da parte dei topi alla diffusione dell'agricoltura, 10 mila anni fa: i roditori avrebbero iniziato ad approfittare delle nostre provviste stipate nei granai. Ma una ricerca pubblicata su PNAS rivela che il vantaggioso rapporto nacque prima, intorno a 15 mila anni fa.

Molari fossili. Thomas Cucchi, archeologo dell'università di Aberdeen (Scozia) e Lior Weissbrod (università di Haifa, Israele), hanno analizzato centinaia di denti di topi provenienti da 5 diversi siti abitati dai Natufiani, una società di cacciatori-raccoglitori fiorita tra il 12.500 e il 9.500 a.C. in una parte del Medio Oriente chiamata genericamente Levante, che comprende parte delle odierne Cipro, Siria, Israele, Giordania, Libano e Palestina.

Provviste a disposizione. La presenza di topi selvatici o domestici è stata usata come "termometro" della sedentarietà di questa popolazione. Scavi in siti che si fanno risalire fino a 200 mila anni fa hanno permesso di portare alla luce solamente denti appartenenti al topo macedone (Mus macedonicus), una specie selvatica. Ma da 15 mila anni fa in poi, tutti i molari analizzati sono risultati di topo comune o domestico (Mus domesticus), quello che vive vicino alle case.

Non a caso, in quel periodo, i Natufiani iniziarono a stabilizzarsi in abitazioni rotonde di fango e pietre, in una fase semisedentaria in cui raccoglievano farro e orzo selvatico, cacciavano cervi e cinghiali, ma conservavano cibo e producevano rifiuti.

Nuova oscillazione. Intorno a 13 mila anni fa, i Natufiani attraversarono una fase di transizione, con alloggi più piccoli e di passaggio. I denti murini di quel periodo sono di nuovo prevalentemente selvatici. Da quell'epoca in poi, fino a 10 mila anni fa, con la nascita dell'agricoltura, si osserva invece prima una prevalenza e poi una totalità di molari di topo domestico.

Pochi nemici. Lo studio dimostra che sedentarietà e agricoltura possono svilupparsi su binari indipendenti, che pure spesso coincidono. Oltretutto, quei primi, fortunati topi vissero a lungo una vita relativamente tranquilla: la domesticazione dei gatti avvenne probabilmente in seguito, a partire da 9.500 anni fa.

28 marzo 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us