Scienze

Una miniera di antibiotici in Montana

Due specie di funghi isolati in uno scavo tossico a cielo aperto hanno sintetizzato un composto dalle potenti qualità antibiotiche, capace di neutralizzare quattro resistenti ceppi batterici.

Due specie di funghi che sopravvivono nell'ambiente estremo del Berkeley Pit, una miniera di rame abbandonata vicino a Butte, nel Montana (USA), hanno "collaborato", in laboratorio, per produrre un composto dalle naturali proprietà antibiotiche.

Mix letale. Gli scavi profondi oltre 540 metri ospitano ora una pozza di acque tossiche della stessa acidità del succo di limone (pH 2.5), piene di metalli pesanti e sostanze pericolose filtrate dalle rocce circostanti, come arsenico, cadmio, zinco e acido solforico.

Pochi mesi fa migliaia di uccelli migratori sono morti in queste acque, dove avevano cercato riparo durante una tempesta di neve. Eppure alcuni organismi estremofili - una piccola schiera di funghi e batteri - sopravvivono nella piscina letale, e sono da due decenni sotto la lente degli scienziati locali.

Gioco di squadra. Stavolta è toccato alle due specie di funghi del genere Penicillium, lo stesso impiegato nella produzione di penicillina e di alcuni formaggi (gorgonzola, stilton, roquefort, danish blue...). Le due colture sono state lasciate interagire in laboratorio, dove in sei giorni hanno prodotto composti dalla struttura molecolare simile a quella dei macrolidi, una nota classe di antibiotici.

Molto efficace. Una di queste sostanze, denominata berkeleylactone A, è riuscita a debellare quattro ceppi di Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA), oltre al batterio dell'antrace, allo Streptococcus pyogenes (che infetta la gola), e a due lieviti patogeni per l'uomo, la Candida albicans e la Candida glabrata.

Approccio diverso. Soprattutto, lo ha fatto agendo in un modo diverso dai macrolidi, mai osservato finora, senza inibire la sintesi proteica dei batteri e senza prenderne di mira i ribosomi, gli organuli che presiedono a questo compito.

Differenziare le modalità di attacco ai batteri resistenti agli antibiotici è di fondamentale importanza, in un quadro in cui questo fenomeno si fa sempre più allarmante. Ulteriori analisi sulle modalità di azione dei funghi chiariranno se e come si possa sfruttare il loro potenziale.

4 maggio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us