Scienze

Una Ferrari da record: più di 440 km/h

Una Ferrari di 25 anni fa lanciata a 443 km/h.

L’ultima follia americana in materia di motori: lanciare una Ferrari 288 GTO degli anni ‘80 a oltre 443 km/h sul lago salato di Bonneville, nello stato dello Utah.

“Un preparatore americano lancia a velocità da record una Ferrari di 25 anni fa”

Cavallo volante – Il nome in codice che il preparatore P4 ha dato alla sua ultima creazione, una Ferrari 288 GTO super veloce, non poteva che essere in italiano. E in effetti questa è attualmente la vettura con il marchio del cavallino più veloce del mondo: ha superato i 443 km/h a Bonneville, un’immensa pianura salata nello Utah.

Ferrari dopata – In realtà dentro al cofano è rimasto ben poco del cavallino rampante: il V8 2.9 sovralimentato Ferrari, che equipaggia questo bellissimo modello costruito in soli 272 esemplari dal 1984 al 1985, è stato sostituito da un più corposo V8 di derivazione Chevrolet con quasi 9000 cc di cilindrata e un turbo a ben due turbine. La macchina è anche stata equipaggiata con alettoni, minigonne, spoiler e un flap posteriore che funge da freno.

Passione comune - La corsa è stata eseguita da Steve Trafton, il 64enne proprietario dell’auto, ex banchiere, collezionista e amante delle Ferrari da sempre. L’unione tra la sua passione per le Rosse italiane e il preparatore texano Bob Norwood della P4 ha fatto nascere questo mostruoso bolide a 4 ruote: dopo molti mesi di prove, preparazione in officina e test sul campo sono arrivati allo stupefacente record di velocità, la scorsa settimana.

Ferrari 599 GTO. Guarda la gallery!

21 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us