Scienze

Un verme robot in pancia

Si muove come un lombrico ma è un robot. Un giorno potrebbe servire per fare esami endoscopici.

Un verme robot nell'intestino
Si muove come un verme ma è un robot. Un giorno potrebbe servire per fare esami endoscopici.

Uno dei prototipi di verme robotizzato che si muove
nella sabbia. Foto: © Bioloch

Ingoiare un “verme” potrebbe diventare un giorno il nuovo modo per fare analisi più approfondite del nostro apparato digerente.
Un team europeo di scienziati, tra cui tedeschi, italiani, greci e inglesi, stanno lavorando ad alcuni prototipi di endoscopio biomimetico. O meglio un verme robotizzato che mima con precisione il movimento di un verme marino vero.

Un terreno scivoloso
Gli scienziati hanno studiato il movimento di alcuni lombrichi che usano le loro piccolissime zampe per muoversi nel fango o nell'acqua, in un modo che potrebbe essere particolarmente adatto a un ambiente destrutturato e scivoloso come l'intestino. Poi hanno riprodotto il movimento degli animaletti a computer e hanno sviluppato i primi prototipi (ecco due esempi: il primo striscia nel budello di un maiale mentre il secondo è nella mano di uno scienziato. Video: © Bioloch).
Attualmente l'unico sistema di diagnosi a disposizione del medico è l'endoscopio, un tubo flessibile su cui è montata una luce o una telecamera che deve passare attraverso tutto il corpo, con notevole fastidio per il paziente. Se la nuova tecnologia andrà in porto in futuro potrebbe essere un minuscolo “verme” con una piccolissima telecamera a riprendere tutto, mentre striscia nello stomaco o nell'intestino, infilandosi dappertutto anche nei punti che oggi è difficile riuscire a osservare.

Stop and go
Inoltre il robottino, secondo i suoi inventori, dovrebbe essere in grado di fermarsi e tornare indietro ogni volta che il medico lo desidera. Per fare questo, però, c'è bisogno di un buon controllo del movimento che i prototipi ancora non hanno e di una lunga sperimentazione (di anni probabilmente) di laboratorio prima che possa essere pronto per l'uso clinico.

8 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us