Scienze

Un nuovo senso per i robot

Il tatto è uno delle primi sensi che sviluppiamo ed è molto complesso riprodurlo artificialmente. Adesso alcuni scienziati statunitensi hanno sviluppato una pellicola sensibile come la punta...

Un nuovo senso per i robot
Il tatto è uno delle primi sensi che sviluppiamo ed è molto complesso riprodurlo artificialmente. Adesso alcuni scienziati statunitensi sono riusciti a sviluppare una pellicola molto sensibile. Proprio come la punta di un dito.

Le dita non servono solo per segnalare,
ma anche per avere informazioni utili
sugli oggetti da afferrare.
Presto forse anche i robot...

Se i robot finora non hanno mai avuto un gran tatto non è certo colpa loro… Ma forse i prossimi potranno essere più sensibili.
Ravi Saraf dell’università del Nebraska con il suo team ha, infatti, sviluppato una pellicola "tattile", capace di "sentire" gli oggetti allo stesso modo di un dito umano.

Un tocco luminoso
Il nuovo dispositivo, sviluppato da Saraf, è una pellicola mille volte più sottile di un foglio di carta. E quando "tocca" una superficie la pressione esercitata - anche la più leggera - provoca lo sfregamento delle particelle di cadmio di cui è composta. Questo determina un passaggio di corrente e l’emissione di una luce, un effetto conosciuto come “elettroluminescenza”. Più le particelle sono pressate e più luce emettono. Infine una macchina fotografica cattura la luce, riproducendo l’immagine di quello che la pellicola ha “sentito”.

Ma questo è Abramo Lincoln?

I sensori, inoltre, sono capaci di individuare i dettagli di una superficie piccola dallo spessore anche molto sottile, proprio come riescono a fare le punte delle nostre dita. Per dimostrarlo Saraf ha pressato contro il dispositivo una moneta da un centesimo di dollaro. Il risultato è stato l'immagine esatta del profilo del presidente statunitense Lincoln (e perfino le pieghe del vestito) e di alcune lettere impresse sulla monetina.

Sensibile e salutare
Gli scienziati sperano che oltre a rivestire i robot di ultima generazione questa particolare “pelle” un giorno possa essere usata anche per scopi medici e chirurgici. Per esempio per individuare tumori al seno quando sono ancora molto piccoli.

9 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us