Scienze

Un nuovo senso per i robot

Il tatto è uno delle primi sensi che sviluppiamo ed è molto complesso riprodurlo artificialmente. Adesso alcuni scienziati statunitensi hanno sviluppato una pellicola sensibile come la punta...

Un nuovo senso per i robot
Il tatto è uno delle primi sensi che sviluppiamo ed è molto complesso riprodurlo artificialmente. Adesso alcuni scienziati statunitensi sono riusciti a sviluppare una pellicola molto sensibile. Proprio come la punta di un dito.

Le dita non servono solo per segnalare,
ma anche per avere informazioni utili
sugli oggetti da afferrare.
Presto forse anche i robot...

Se i robot finora non hanno mai avuto un gran tatto non è certo colpa loro… Ma forse i prossimi potranno essere più sensibili.
Ravi Saraf dell’università del Nebraska con il suo team ha, infatti, sviluppato una pellicola "tattile", capace di "sentire" gli oggetti allo stesso modo di un dito umano.

Un tocco luminoso
Il nuovo dispositivo, sviluppato da Saraf, è una pellicola mille volte più sottile di un foglio di carta. E quando "tocca" una superficie la pressione esercitata - anche la più leggera - provoca lo sfregamento delle particelle di cadmio di cui è composta. Questo determina un passaggio di corrente e l’emissione di una luce, un effetto conosciuto come “elettroluminescenza”. Più le particelle sono pressate e più luce emettono. Infine una macchina fotografica cattura la luce, riproducendo l’immagine di quello che la pellicola ha “sentito”.

Ma questo è Abramo Lincoln?

I sensori, inoltre, sono capaci di individuare i dettagli di una superficie piccola dallo spessore anche molto sottile, proprio come riescono a fare le punte delle nostre dita. Per dimostrarlo Saraf ha pressato contro il dispositivo una moneta da un centesimo di dollaro. Il risultato è stato l'immagine esatta del profilo del presidente statunitense Lincoln (e perfino le pieghe del vestito) e di alcune lettere impresse sulla monetina.

Sensibile e salutare
Gli scienziati sperano che oltre a rivestire i robot di ultima generazione questa particolare “pelle” un giorno possa essere usata anche per scopi medici e chirurgici. Per esempio per individuare tumori al seno quando sono ancora molto piccoli.

9 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us