Scienze

Un morso alla teoria dell'evoluzione umana

L'uomo ha barattato la capacità di masticare per avere un cervello più grande? Una differenza genetica tra primati umani e non umani sembra dire di sì.

Un morso alla teoria dell'evoluzione umana
L'uomo ha barattato la capacità di masticare per avere un cervello più grande? Una differenza genetica tra primati umani e non umani sembra dire di sì.

I muscoli della mascella delle scimmie, come quelli di questo scimpanzé (Pan paniscus) , e dell'uomo potrebbero riflettere una profonda deviazione evolutiva.
I muscoli della mascella delle scimmie, come quelli di questo scimpanzé (Pan paniscus) , e dell'uomo potrebbero riflettere una profonda deviazione evolutiva.

Perché il cervello dell'uomo è cresciuto così tanto, mentre quello di altri primati non si è evoluto nello stesso modo? La domanda non è di poco conto: è il cuore di una controversia secolare. È ormai quasi universalmente accettata la teoria che siamo il risultato di una selezione naturale. Ma come tale selezione abbia operato per produrre la forma che abbiamo ora, rimane ancora un punto di accesso dibattito. Nella storia di questa discussione uno studio appena pubblicato da Nature potrebbe diventare decisivo.
Alterazione provvidenziale. Hansell Stedman e il suo team suggeriscono infatti che l'uomo “barattò” la capacità di masticare per poter avere una scatola cranica (e dunque un cervello) più grande. Circa 2,4 milioni di anni fa, infatti, una mutazione genetica ha impedito a un particolare gene di produrre e accumulare grandi quantità di una proteina, chiamata MYH16, fondamentale per i muscoli della mandibola. Tutti i primati non umani ne sono ricchissimi; l'uomo, no. La mancanza di un possente apparato masticativo avrebbe permesso alla parte superiore del cranio di crescere più liberamente. Il periodo in cui sarebbe avvenuta questa mutazione genetica sarebbe proprio quello in cui - dall'analisi dei fossili - si nota che il cranio dell'uomo inizia a distinguersi da quello degli altri primati. Se confermata, questa mutazione sarebbe dunque la prima differenza genetica funzionale tra uomo e primati a essere scoperta.
I muscoli scolpiscono le ossa? Rimane da capire come questa diminuzione dei muscoli della mandibola, dovuta all'inattivazione del gene, abbia rimodellato il cranio degli ominidi. Sorprendentemente, alcuni studi hanno già dimostrato come l'alterazione della dimensione dei muscoli possa modificare le ossa cui si attaccano. In particolare - è la suggestiva ipotesi di Stedman - la riduzione dello stress sulle ossa della scatola cranica avrebbe permesso alla stessa di diventare più larga. Le conclusioni però non convincono tutti gli studiosi di evoluzione umana. I più scettici per esempio ribattono che in molti primati non sembra che la scatola cranica troppo piccola sia la causa di un cervello piccolo.

(Notizia aggiornata al 25 marzo 2004)

25 marzo 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 29,90€
Follow us