Scienze

Un mondo a tre colori

I colori delle maglie delle squadre sportive ci aiutano a seguire meglio le partite. Secondo alcuni studi sulla percezione, infatti, i colori ci permettono di osservare più di tre individui...

Un mondo a tre colori
I colori delle maglie delle squadre sportive ci aiutano a seguire meglio il gioco. Secondo alcuni studi sulla percezione, infatti, i colori ci permettono di osservare più di tre individui contemporaneamente.

Arancio e blu e bianco, inconfondibili
i colori di queste due nazionali,
Costa d’Avorio e Serbia Montenegro.

Se non ci fossero le maglie con i colori delle nazionali sarebbe molto difficile riuscire a seguire il campionato mondiale di calcio. E non solo perché si confonderebbero i giocatori di questa o di quella squadra ma anche a causa del fatto che non siamo in grado di prestare attenzione a più di tre oggetti per volta, a meno che non siano dello stesso colore.
Il colore infatti, secondo gli psicologi della Johns Hopkins University ci aiuta a superare questo limite visuale, un “trucco” che ci permette di vedere molti oggetti o individui in parallelo.

Bianco, nero e…
Ma anche i colori hanno un limite: non devono essere più di tre. Se ne sono accorti i ricercatori che durante un esperimento hanno mostrato ad alcuni volontari una serie di puntini di diverso colore mischiati tra loro per meno di un secondo. Solo se i puntini erano di due o tre colori differenti, i volontari sapevano esattamente quanti e quali colori avevano visto. Se erano di più non riuscivano a percepirli tutti.

Il numero perfetto
«Con questa ricerca abbiamo capito che gli esseri umani sono incapaci di immagazzinare informazioni da più di tre oggetti (o gruppi di oggetti) per volta - afferma Justin Halberda, che ha guidato la ricerca - questo costituisce un importante passo nell’indagare come pensiamo e interagiamo con gli individui e gli oggetti».

(Notizia aggiornata al 22 giugno 2006)

22 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us