Scienze

Twitch, la app che aiuta la ricerca

Una app realizzata dall'Università di Stanford permette di aiutare, senza troppi sforzi, la ricerca scientifica. Ecco cos'è e come funziona il crowdsourcing.

Volete contribuire a un progetto scientifico, filantropico, umanitario o culturale ma non avete né tempo né denaro da investire? Scaricate Twitch, la app per Android sviluppata dall’Università di Stanford che vi consente di dedicare pochi, ma preziosi, secondi ogni giorno a una o più di queste iniziative.

Vuoi usare il cell? Guadagnatelo!
Una volta installata, Twitch si sostituisce alla schermata di blocco del vostro telefonino. Ogni volta che vorrete accedere al dispositivo, al posto del classico swipe vi troverete di fronte una domanda o un piccolo compito da svolgere. Per esempio confermare la veridicità di un’informazione trovata su Wikipedia oppure le condizioni del traffico della strada che state percorrendo o scegliere la migliore tra due foto d’archivio. Nelle prime 3 settimane dopo il lancio Twitch ha collezionato oltre 11.200 risposte a questi e altri veloci quesiti.

Quasi un videogame
“Il crowdsourcing tradizionale [cioè la richiesta di collaborazione a progetti scientifici rivolta a singoli privati. N.d.r.] è solitamente piuttosto noioso: occorre stare davanti al PC, scaricare un software, registrarsi… Questa versione mobile è invece molto coinvolgente” spiega alla stampa Rajan Vaish, uno degli accademici che hanno partecipato al progetto. Al momento chiunque può proporre domande su Twitch, raccogliendo nel giro di pochi giorni un gran numero di risposte.
Si tratta insomma di una grande e comoda piattaforma per entrare in contatto con migliaia di utenti direttamente attraverso il loro smarphone e collezionare in poco tempo una gran mole di dati: un’occasione da non perdere per tutto il mondo della ricerca ma anche per le aziende, che sicuramente cercheranno di sfruttare le preziose informazioni ottenibili da Twitch. Domande come “Che cosa stai facendo?Quale programma TV stai guardando? Qual è il tuo piatto preferito? “ hanno infatti un grande valore per il mondo del marketing.

Secondi preziosi
Ok ma… ogni volta che si prende in mano lo smartphone occorre rispondere a una domanda prima di poterlo utilizzare? Secondo i realizzatori di Twitch, sbloccare il telefonino con il tradizionale swipe richiede circa 1 secondo, mentre il più impegnativo dei compiti proposti dalla app ne assorbe non più di 1,4. Una “perdita di tempo” accettabile, che dovrebbe andare a tutto vantaggio della scienza. Al momento infatti Stanford non sembra avere in programma una versione commerciale della sua app e pensa di utilizzarla solo a fini scientifici o sociali.

Ti potrebbero interessare

Guerrilla marketing: gli adesivi più pazzi
Internet ci spia? Sì, ma è colpa nostra

Che gadget ti metti? Tutte le novità del wearable tech
VAI ALLA GALLERY (N foto)

24 febbraio 2014 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us