C'è un tunnel dei neutrini?

Un video prodotto dal Cern e dall'Infn nel 2006 racconta tutto dell'esperimento CNGS/OPERA, in questi giorni sulla bocca di tutti per un inatteso effetto collaterale...

CNGS e OPERA sono due acronimi: il primo sta per Cern Neutrinos to Gran Sasso, il secondo per Oscillation Project with Emulsion-tRacking Apparatus - che identifica l'apparato attualmente composto da 150.000 "mattoni" che, nella sala C dei Laboratori dell'Infn del Gran Sasso (vedi la Visita virtuale ai Laboratori), compongono il bersaglio del fascio di neutrini sparati dal Cern.
 
L'esperimento CNGS/OPERA è stato avviato nel 2006 per indagare su di un fenomeno sorprendente, l'oscillazione dei neutrini, che in certe condizioni li fa essere a volte "muonici" e a volte "tau" (vedi Che cosa nascondono i neutrini?).
 
Questo video*, prodotto appunto nel 2006 per illustrare al pubblico l'obiettivo dell'esperimento, risponde con chiarezza a molte delle curiosità e delle domande che oggi fanno da contorno agli ultimi, clamorosi sviluppi. Per esempio,
ma esiste per davvero un "tunnel" dei neutrini? Dov'è? Quanto è lungo?
Quanto è grande il bersaglio dei neutrini lanciati dal Cern?
E questo bersaglio... È un rivelatore o un rilevatore?
Quanti neutrini partono? Quanti arrivano?
Come fanno quelli del Cern a... "prendere la mira"?
 
Quanto ai neutrini più veloci della luce (scoperta "collaterale" all'esperimento principale), ne parliamo e continueremo a parlarne nei prossimi giorni su Focus.it e nel prossimo numero di Focus, anche con l'aiuto di scienziati e filosofi: vai su www.focus.it/neutrini.

 



Il titolo originale del video è CNGS (CERN Neutrinos to Gran Sasso). È una produzione CERN MultiMedia Productions & Gran Sasso © 2006 CERN.

 

26 Settembre 2011