Trovato un frammento della grande esplosione di Tunguska

  [caption id="attachment_2940" align="aligncenter" width="448" caption="I tre campioni studiati provenienti dalla regione di...

 

I tre campioni studiati provenienti dalla regione di Tunguska

È ancora viva nella memoria di tutti quanto è accaduto lo scorso febbraio sopra i cieli della Russia, quando un oggetto di una ventina di metri esplose causando un migliaio di feriti per i vetri che andarono in frantumi [Guarda].

Un fenomeno che ci ha ricordato quanto avvenuto in Siberia nel 1908, nella regione di Tunguska. In quel caso fu una cometa ad esplodere, le cui conseguenze furono tali da distruggere circa 2000 km quadrati di foresta. La violenza di quell’esplosione infatti, è da paragonare a 1000 bombe atomiche.

[Da sapere: quante meteoriti cadono sulla Terra?]

Assomigliava alla cometa Halley Il fenomeno ha sempre suscitato un qual che di mistero perché non è mai stato ritrovato alcun frammento dell’oggetto esploso in atmosfera. Mai, fino ad oggi. Alcuni piccoli frammenti dell’oggetto infatti, sarebbero venuti alla luce di prossimità del fiume Khusma. In realtà tali frammenti sarebbero stati raccolti ben 25 anni fa, ma solo ora sono stati analizzati e studiati nei dettagli. Nel 1998 infatti, Andrei Zlobin dell'Accademia Russa delle Scienze, partecipò ad una ricerca che aveva come fine quello di cercare meteoriti di quell’evento e ne trovò alcuni nei vicini letti dei fiumi. La spedizione ritornò con un centinaio di campioni di potenziali meteoriti, ma gli studi avvenuti subito dopo hanno seguito un’altra strada, lasciando i campioni, come spesso succede, in un armadio. Solo recentemente sono stati ripresi ed è iniziata un’analisi su alcuni di essi. E qui la sorpresa. [Da vedere: le più grandi esplosioni di sempre] Stando ad una prima analisi di quei campioni, l’oggetto che impattò con l’atmosfera doveva avere una densità di circa 0,6 grammi per centimetro cubo, che è più o meno come il nucleo della cometa Halley. Queste prove iniziali quindi, farebbero pensare che a Tunguska esplose realmente una cometa. Al momento però le conclusioni non sono definitive, ma quel che suscita interesse è il fatto che in quei frammenti potrebbe esserci il segreto di uno degli eventi naturali più misteriosi del secolo scorso.
04 Maggio 2013 | Luigi Bignami