Scienze

La tettonica delle zolle confermata da un piccolo scarabeo

Un insetto una specie finora sconosciuta, vissuto milioni di anni fa e scoperto all'interno di un reperto, ci aiuterà a capire meglio perché il nostro Pianeta, oggi, ha l'aspetto che ha.

Era il 2016 quando Shuhei Yamamoto riuscì a ottenere un pezzo di ambra birmana - grande non più di un centesimo - proveniente dalla valle di Hukawng, nel nord del Myanmar - vicino al confine con la Cina. Osservando quel piccolo reperto aveva intuito che custodiva al suo interno un insetto di una specie nuova, di non più di 3 millimetri di grandezza, e che forse quella piccola creatura avrebbe aiutato a capire perché il Pianeta dei nostri giorni ha l'aspetto che ha.

Dopo avere preparato e tagliato l'ambra, Yamamoto ha potuto studiare da vicino e al microscopio l'ospite, che ha confermato essere di una nuova specie: uno scarabeo vissuto 99 milioni di anni fa, lontano parente di alcuni insetti che oggi vivono sotto la corteccia degli alberi.

Parenti sudamericani. Spiega Yamamoto, ricercatore al Field Museum e autore principale di un articolo apparso sul Journal of Systematic Palaeontology, che «questo scarabeo fossile è uno dei membri più antichi della sua famiglia».

Il suo nome, Propiestus archaicus, vuole indicare che è fortemente imparentato con antichi coleotteri che vissero dove oggi si trova il Sud America. Mentre i dinosauri imperversavano sulla Terra, il piccolo scarafaggio era impegnato a conquistare micromondi sotto la corteccia di alberi in putrefazione.

La goccia d'ambra con all'interno il piccolo scarafaggio che ha permesso di confermare la validità della teoria della Tettonica delle zolle. © Journal of Systematic Paleontology

Il Propiestus è solo uno di molte migliaia di inclusioni fossili rinvenute nell'ambra birmana, da 15 anni oggetto di importanti studi da parte degli scienziati. L'ambra altro non è che resina colata da alberi e indurita all'aria, a volta inglobando piccoli insetti - preservandoli con tutte le loro peculiari caratteristiche e garantendo loro l'eternità.

Una conferma. «Nonostante l'età, lo scarabeo si è infatti conservato molto bene. Si possono osservare con precisione le antenne, che probabilmente erano un organo sensoriale altamente sensibile.

Lo dimostra la presenza di sottilissimi peli attaccati perpendicolarmente alle antenne: organi che presumibilmente davano loro un'elevata capacità di percepire il mondo», spiega Yamamoto.

Il fatto che i parenti più prossimi di questo animale oggi si trovino in Sud America, dall'altra parte del pianeta rispetto al Myanmar, non deve stupire: la scoperta è una ulteriore conferma della teoria che un tempo le due aree del pianeta erano molto vicine tra loro, fuse insieme come parte del mega-continente Gondwana, che successivamente andrà a formare il Pangea. In quel minuscolo insetto c'è insomma la conferma alla teoria della tettonica delle zolle.

30 ottobre 2018 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us