Scienze

Terremoto in Campania, non si fa così!

La news dell'evento la trovate qui. Non so se è vero, ma se lo fosse è davvero assurdo! Leggo dal Il Mattino.it questa frase: «Parlo con il cuore e non con...

La news dell'evento la trovate
. Non so se è vero, ma se lo fosse è davvero assurdo! Leggo dal
questa frase: «Parlo con il cuore e non con la ragione, ma mi sento di raccomandare agli abitanti delle località campane dove si è avvertito il sisma di dormire fuori casa questa notte e anche i prossimi due-tre giorni. Magari in macchina. Anche se mi rendo conto che fa freddo ed è Natale. Ma i terremoti sono talmente imprevedibili che nessuno si può azzardare a dire che il peggio è passato, specie dopo quanto è avvenuto a L'Aquila». Lo ha detto all'ANSA il vice presidente del Consiglio nazionale dei geologi Vittorio D'Oriano.
Se adesso anche i geologi e per di più il “vice presidente del Consiglio nazionale dei geologi” fanno di queste proposte davvero si rischia di non far capire più nulla alla gente. Perché dormire fuori 2 o 3 giorni e non 4 o 5? O 6 mesi, visto che forti sismi si possono verificare anche dopo un tale periodo? (vedi Friuli, Emilia Romagna...) Dormire fuori, ma dove? In un campo sportivo attrezzato o nelle strette viuzze di un Paese come le persone della fotografia qui a fianco, le quali dopo la prima scossa sostano in attesa di altre scosse (clicca per ingrandirla) dove sono particolarmente esposte alla caduta di comignoli e cornicioni vari? Si può invitare la popolazione a dormire fuori solo e soltanto se esiste un chiaro piano d'evacuazione, con tanto di tende e un campo di accoglienza. Se non esiste un preciso piano di evacuazione queste proposte dovrebbero rimanere nella mente di coloro che le ipotizzano e non annunciarle ai quattro venti. Anche perché se davvero dovesse verificarsi un sisma entro i “ 2 o 3 giorni” previsti ciò farebbe farebbe pensare alla gente che dopo un terremoto di media intensità nei successivi 2 o 3 giorni se ne può verificare uno ancora più forte, ma passati quei 2 o 3 giorni il pericolo sarebbe molto inferiore e questo sarebbe deleterio in tutti i sensi. E non sto a spiegare il perché, tanto è ovvio. Per chi invece desidera conoscere perché si è verificato il terremoto va detto che esso è legato alla rotazione della Placca Apula verso oriente che ha causato poche ore prima del sisma italiano anche quello croato (di Magnitudo 4,8). Quel che va sottolineato è il fatto che il suo epicentro non cade in aree dove sono note delle faglie (non perché non ci sono, ma perché non sono state rilevate dall’uomo) e questo non permette di affermare se là sotto c’è una piccola faglia o invece una molto grossa che si sta muovendo (poco probabile questa seconda affermazione perché è più difficile che una tale faglia sarebbe sfuggita ai geologi). Non dimentichiamoci che in questi giorni è in atto un’altra sequenza sismica a Gubbio proprio tra due faglie note, ma in una area dove apparentemente non esiste una faglia. Questo ci dice quanto ancora poco consociamo del nostro territorio e come le aree che potrebbero essere ritenute di scarso pericolo per i terremoti possono nascondere invece, situazione ben peggiori di quel che si pensa.

30 dicembre 2013 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us