Scienze

Il "mistero" dell'iceberg tagliato a forma di rettangolo

La NASA ha reso pubblica l’immagine di un grande iceberg che, per la sua forma perfetta, sembrerebbe tagliato da una mano umana. Invece è stato plasmato dalla natura.

A guardarla in foto, con la sua forma che sembra perfettamente rettangolare, viene da chiedersi chi possa averlo tagliata in quel modo (e con quali strumenti affilatissimi!). E invece l'immensa isola di ghiaccio formatasi al largo dell'Antartide - e fotografata da alcuni ricercatori della Nasa durante la missione scientifica chiamata Operation IceBridge - si è formata in modo assolutamente naturale.

Naturale! La sua particolare sagoma ovviamente desta meraviglia, a maggior ragione se la si confronta con quella dei molti altri blocchi di ghiaccio che sfoggiano le forme più diverse. Quando si pensa agli iceberg, infatti, l'immaginazione corre subito all'immagine di enormi guglie, cupole e antri di ghiaccio. Questi però sono solo una parte degli iceberg che si possono formare. Ne esistono infatti anche di un altro tipo (i "tabulari") che sono costituiti da enormi lastre di ghiaccio con pareti laterali quasi verticali e con la parte superiore quasi piatta.

Trump, presidenza Usa, riscaldamento globale, Melting Ice, Project Trumpmore
A proposito di iceberg dalla forma non proprio naturale... Questo, alto 35 metri e dal profilo piuttosto riconoscibile, potrebbe un giorno svettare sulle acque dell'Artico. Fa parte del progetto Trumpmore, di un gruppo ambientalista finlandese. © Project Trumpmore

«Per immaginare come si forma un corpo di ghiaccio di questo tipo», spiega Kelly Brunt della University of Maryland, «bisogna pensare a un'unghia che cresce nel tempo. Dopo un po' che non la tagliamo, finisce per spezzarsi in modo naturale e questo, molto spesso, avviene seguendo linee geometriche quasi perfette, lineari».

È così che nascono enormi isole di ghiaccio come quella che, nei primi anni 2000, si staccò dalla piattaforma antartica: quell'iceberg da record fu ribattezzato B-15 e aveva un’estensione paragonabile a tre volte la Valle d'Aosta. Ciò che agisce principalmente a far spezzare gli iceberg con queste forme è l'acqua che si insinua da sotto, nelle fratture presenti nei ghiacci. L'acqua erode il ghiaccio nel tempo finché non si forma una fessura che determina l’allontanamento del blocco di ghiaccio dal resto.

Ma è tutto rettangolare? Al momento la NASA non ha pubblicato informazioni sulle dimensioni del recente "rettangolo di ghiaccio", anche se, secondo Kelly Brunt, dovrebbe essere lungo almeno un paio di chilometri. Soprattutto non si hanno ancora immagini dell'iceberg nella sua interezza e dunque non è detto che sia davvero un rettangolo: la parte non inquadrata nella fotografia, infatti, potrebbe avere anche un profilo irregolare, facendo perdere all'iceberg gran parte dell'appeal che, in queste ore, gli vale l'attenzione di appassionati di scienza e di semplici curiosi...

22 ottobre 2018 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us