Scienze

Strage di pedoni: Australia contro iPod

La musica fa strage!

Troppi pedoni morti per colpa della musica a tutto volume nelle orecchie e l’Australia corre ai ripari con una campagna di sensibilizzazione.

“Le morti imputabili agli iPod & Co sono aumentate del 25% in Australia”

Stato di trance – In Australia la chiamano la “iPod Zombie Trance”, quello stato di semi incoscienza di chi cammina per strada con la musica dell’iPod, o di un qualsiasi altro lettore Mp3, a tutto volume e che rischia seriamente di farsi investire da qualche auto. Uno stato di “estasi musicale” che “investe” anche chi guida o va in bicicletta in compagnia di un dispositivo portatile che spara musica nelle orecchie. L’aumento del 25% delle morti per incidenti stradali, secondo le stime australiane, è imputabile proprio agli iPod & Co.

Troppi morti! - Ovviamente non è un fenomeno tipico dell’Australia, anche negli Stati Uniti e in Europa si registra un sensibile aumento degli incidenti e dei decessi dovuti alle distrazione musicale “on the road”. Il Governo di Sydney, però, è corso ai ripari e ha inasprito i controlli e le multe: chi causa un incidente per colpa dell’iPod e fratelli paga una multa di 100 dollari e rischia addirittura la galera nei casi più gravi (se non ci lascia prima le penne).

Agnelli sacrificali - Ma anche la prevenzione e la sensibilizzazione sono importanti. Così l’associazione Pedestrian Council of Australia ha appena lanciato una campagna per informare i pedoni dei rischi che corrono quando si distraggono al semaforo. Lo slogan e l’immagine sono emblematici: pedoni con la faccia di agnelli e la scritta “lambs to the slaughter - wait for the green”, che suona un po’ come “se passi con il rosso sei un agnello da macello (scritta in rosso), aspetta che scatti il verde (scritta in verde)”.

Web-pericoli. Guarda la gallery!

7 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us