Scienze

Steve Ballmer non molla la poltrona

Solo Bill Gates può mandarlo a casa.

Flop vari, previsioni di mercato sballate, Apple che supera Microsoft in Borsa. Diciamo che la dea bendata non è mai stata una presenza fissa al fianco di Steve Ballmer, ma per fortuna al suo posto c’è Bill Gates. La sua poltrona è a prova di bomba.

“Steve non andrà a casa finché godrà nell’appoggio incondizionato di Bill.”

Cordoni della Borsa – Qualche settimana fa, in quel di Redmond, si respirava aria di ammutinamento. Alcuni dirigenti di Microsoft pare complottassero per mandare a casa Steve Ballmer – amministratore delegato di Microsoft – colpevole di non aver portato a casa risultati significativi da quando è subentrato a Bill Gates a capo dell’azienda. Non è un mistero che molti pezzi grossi di Redmond, soprattutto azionisti, non siano soddisfatti dell’andamento del titolo Microsoft in Borsa oltraggiato, per giunta, dall’onta del sorpasso dello storico rivale Apple in termini di capitalizzazione di mercato.

Bill & Steve - Steve Ballmer, però, non “schioda”, e non schioderà mai dalla sua posizione per un semplice motivo: è amico di Bill Gates. Nessuno avrà mai la minima possibilità di rimandarlo a casa, racconta una gola profonda di Redmond, finché l’esuberante Steve avrà l’appoggio incondizionato del fondatore di Microsoft. Ma quanto sono amici Steve Ballmer e Bill Gates? Nel 2008 Wall Street Journal scriveva che i due si completavano addirittura le frasi a vicenda.

I signori del web. Guarda la gallery!

3 agosto 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us