Scienze

Serve davvero evidenziare (o sottolineare) quando si studia?

La pratica diffusa di evidenziare o sottolineare interi brani di ciò che si sta studiando è meno utile di quanto si creda. Può essere una base di partenza, ma poi...

Uno studio pubblicato qualche anno fa sulla rivista scientifica Psychological Science in the Public Interest ha fatto molto discutere poiché è arrivato alla conclusione che evidenziare o sottolineare (una pratica utilizzata dalla quasi totalità degli studenti) in realtà non comporti alcun vantaggio rispetto alla semplice lettura.

Articolo Focus, studiare
Nel numero 372 di Focus (attualmente in edicola) c'è un articolo dedicato allo studio, dove gli esperti ci spiegano come fare per non perdere la concentrazione, come capire che tipo di memoria abbiamo (visiva, uditiva...), evitare di disperdere l’attenzione e...  qualche “trucco” da seguire. © Focus

Evidenziare (o sottolineare) porta a sopravvalutare quanto si è studiato

Questo perché gli studenti usano l'evidenziatore per identificare idee chiave, nomi e date che ritengono importanti per un test, ma successivamente non fanno il lavoro per elaborare il materiale in modo più approfondito, sopravvalutando quindi le nozioni davvero assorbite. Di conseguenza, gli esperti consigliano di evidenziare procedendo così: dopo aver sottolineato un'idea chiave, bisognerebbe farsi delle domande sulla frase evidenziata, come ricordare date, cifre o eventi cruciali ad essa connessi.

Evidenziare può essere solo l'inizio

Man mano che gli studenti acquisiscono familiarità con l'argomento, partendo dalle evidenziature possono quindi ripassare rispondendo a domande sempre più complesse come se partecipassero a un quiz. In altre parole, evidenziare è l'inizio del processo di apprendimento, non la fine.

11 ottobre 2023 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us