Scienze

Smart Eye: telecamera anti-hooligans

Rivoluzionario sistema di controllo video.

È un sistema di sorveglianza sviluppato dal Fraunhofer Institute for Applied Information Technology, e finanziato dalla UE, che punta ad accrescere il livello di sicurezza nei luoghi pubblici come, per esempio, gli stadi affollati.

“Il super sistema si accorge quando una scena è potenzialmente pericolosa”

Occhio attento - Immaginatevi la scena. Andate a vedere la partita della vostra squadra del cuore. Forse non lo sapete, ma la vostra sicurezza dipende da un manipolo di addetti alla sorveglianza che tengono d'occhio gli spalti per controllare che nessuno si faccia male. Cosa succede, come è già successo, se la situazione sfuggisse al controllo? Ci sono le telecamere che riprendono, è vero, ma se le forze dell'ordine non intervengono all'istante perché nessuno dà l'allarme, servono a poco. È in queste situazione che potrebbe presto entrare in azione “Smart Eyes”.

Non gli sfugge niente - “Smart Eyes” è un sistema di telecamere all'avanguardia interamente finanziato dall'Unione Europea, e sviluppato dai ricercatori del Fraunhofer Institute for Applied Information Technology, che si comporta come un occhio umano perché analizza in tempo reale i dati registrati e riconosce gli eventi fuori controllo. Come fa? Non si tratta di telecamere fantascientifiche, quanto piuttosto di un sistema software che apprende schemi di movimento e li memorizza come modelli tipici e li usa per identificare e classificare cosa sta succedendo. Per tornare all'esempio dello stadio, Smart Eyes è in grado di distinguere gli spettatori passivi da quelli attivi, identifica parti dell'immagine come gradini o posti vuoti e addirittura filtrare vari oggetti come le bandiere. E poi, proprio come l'occhio umano, può fissare e seguire gli oggetti (o i soggetti) e accorgersi quando una scena è particolarmente “movimentata”, quindi anomala secondo i suoi schemi.

Guarda gli stadi hi-tech del Qatar per i mondiali 2022

26 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us