Scienze

Senti gli oggetti 3D realizzati al computer

Tocca con mano gli oggetti in 3D.

Il 3D è fantastico per gli occhi, ma restano fuori gli altri sensi come il tatto. E se ti dicessi che la realtà virtuale ha fatto passi da gigante e ti consente adesso di sentire, come se fossero veri, degli oggetti creati al computer? Non ci credi, allora guarda questo video.

“Una mano artificiale ti aiuta a simulare la sensazione del tocco”

Gesti reali – Quando si parla di futuristiche interazioni con i computer, il pensiero corre al film Minority Report di Steven Spielberg con Tom Cruise che agitava le mani in aria a toccare oggetti inesistenti. Ok, si trattava di una finzione, ma vi siete mai chiesti cosa avrebbe provato se fossero stati veri? Chiunque abbiamo usato un iPhone, o un qualsiasi dispositivo con un schermo touch, sa quanto sia gratificante un contatto fisico con l’oggetto. A tal proposito, il laboratori Kawasaki e Mouri presso l’Università giapponese di Gifu hanno sviluppato il sistema sperimentale HIRO III che combina il linguaggio gestuale delle mani con la risposta tattile dello schermo 3D che, detta in parole semplici, significa che puoi toccare degli oggetti in tre dimensioni creati dal computer come se fossero veri.

Tocco e son desto – HIRO III funziona posizionando i polpastrelli su una mano artificiale tramite degli appositi cinturini. Il sistema rileva la mano e la trasforma in un oggetto a 3D in grado di interagire con altri oggetti a tre dimensioni realizzati al computer. In pratica, quando la mano per esempio stringe una sfera la mani percepisce la sensazione anche se ovviamente la sfera non esiste nella realtà. Già vedo questo sistema implementato su qualche console per videogiochi.

Top 10 televisori 3D. Guarda la gallery!

1 luglio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us