Sandy si abbatte su New York, le foto della tempesta perfetta

Preannunciata negli scorsi giorni è arrivato puntuale all'una di notte, ora italiana, sulla Grande Mela. L'uragano Sandy, declassato a post ciclone tropicale ma con raffiche di vento a 144 chilometri all'ora, si è abbattuto sulla costa atlantica degli Stati Uniti, colpendo con particolare violenza New York. Le foto dei suoi effetti tra vittime, inondazioni, edifici crollati e storici blackout.
Guarda anche: Le false foto dell'uragano Sandy - Lo speciale di Focus su Sandy con tutte le foto, video e aggiornamenti

Ha lasciato dietro di sé alberi abbattuti, strade trasformate in fiumi, milioni di newyorkesi al buio e un sistema di trasporto pubblico ridotto in ginocchio. Sandy, l'uragano ribattezzato Frankenstorm dalla stampa per la vicinanza alla festa di Halloween, si è abbattuta sulla Grande Mela con una violenza che non si vedeva nella città dagli anni '60. Diciassette persone, nel suo percorso sulla costa Atlantica degli Stati Uniti, sono rimaste uccise, gli impianti elettrici sono in tilt e in diverse parti di New York si riportano esplosioni dovute al contatto dell'acqua con la rete dell'illuminazione. Ma il bilancio è ancora provvisorio.
Nella foto: l'area adiacente al Ponte di Brooklyn completamente allagata.

Una gru abbattuta dal vento ciondola sulla West 57th Street, non lontano dalla Carnegie Hall. Il macchinario da costruzione si trovava accanto a uno degli edifici più alti della città ed è stato scagliato in basso di circa 80 piani.

Nel quartiere Chelsea di Manhattan è crollata la facciata di un condominio, lasciando un appartamento completamente allo scoperto.

Un'imponente massa d'acqua fotografata attraverso il Battery Tunnel, a Manhattan. Le autorità hanno disposto la chiusura immediata di questo e un altro passaggio, l'Hollande Tunnel, che collegano Manhattan con Brooklyn e con il New Jersey.

Un furgone si fa largo nell'acqua sulle strade del villaggio di Southhampton, nella contea di Suffolk, New York.

Un cartello annuncia la chiusura della stazione ferroviaria di Grand Central Terminal a New York. Con molte strade allagate, il sistema di trasporti della città è paralizzato. Sette gallerie della metropolitana e sei depositi degli autobus risultano al momento completamente allagati. Anche il ripristino delle corse dei treni potrebbe richiedere diversi giorni.

Alcuni passanti superano un taxi sommerso nelle strade della Grande Mela. Ciò che al momento desta maggiore apprensione è l'allarme per il possibile allagamento della centrale di Oyster Creek (New Jersey) il più vecchio impianto nucleare degli Stati Uniti. Anche se gli impianti sono spenti da qualche giorno per manutenzione, a preoccupare sono i combustibili esausti situati nelle piscine di raffreddamento. Un eventuale blackout bloccherebbe il funzionamento degli impianti di raffreddamento e dovrebbero entrare in funzione i generatori di emergenza.

Un uomo cammina per una strada allagata nel quartiere Dumbo, a Brooklyn, New York. Secondo gli esperti l'uragano, declassato a post ciclone tropicale, sarebbe così potente a causa della convergenza tra due sistemi meteorologici: mentre Sandy si abbatteva a terra, una tempesta invernale si è scontrata con essa da ovest, mentre un fronte di aria fredda proveniente dall'Artico soffiava da nord.

Se le auto sono fuori uso, le stazioni di servizio non sono da meno. Guardate in che condizioni è questo distributore di benzina presso Gowanus Canal, nelle vicinanze di Brooklyn.

Lo skyline di New York visto dal ponte di Brooklyn, questa notte. Tutti gli abitanti sotto la 29esima strada a Manhattan, oltre quelli di Staten Island e Queens, sono rimasti al buio a causa della tempesta. L'acqua, che in alcuni punti ha superato di tre metri gli argini, ha investito gli impianti di Con Edison, e il distributore di energia elettrica, ha preferito chiuderli per evitare conseguenze peggiori. Che sono arrivate, sotto forma di esplosioni, laddove gli impianti non sono stati chiusi per tempo.

Il momento ideale, per partorire: una donna, già entrata in travaglio, viene evacuata dal Red Cross shelter di Hampton Bays, New York. Anche più di 200 pazienti del New York University hospital sono stati trasferiti altrove dopo che i generatori elettrici della struttura sono finiti ko.

L'acqua si fa spazio nei cortili e tra le case di Southampton, New York.

L'acqua agitata e gonfiata dal vento raggiunge le abitazioni di Southhampton, New York.

Nonostante gli inviti a rimanere a casa e non esporsi ai rischi, c'è chi ha sfidato la sorte per un po' di adrenalina. Qui un uomo cavalca le onde a bordo del suo watercraft nel porto di New York mentre la tempesta si avvicina.

Un'altalena allagata e abbandonata in un parchetto di Southhampton.

Due uomini camminano sulla banchina dell'Hudson River. Davanti a loro lo skyline di Hoboken, New Jersey.

E veniamo alle foto dalla Rete: ecco come è ridotta l'autostrada panoramica FDR (Franklin D. Roosevelt East River Drive) a New York. A twittare la foto il corrispondente dell'Huffington Post Mike Ryan.

Il corrispondente del New York Times Sam Sifton ha twittato questa foto del quartiere Red Hook, Brooklyn.

Per la prima volta dopo l'11 settembre 2001 Wall Street è rimasta chiusa e rimarrà chiusa anche oggi, insieme a scuole e uffici federali. Secondo gli esperti l'uragano provocherà in totale 20 miliardi di dollari (15 miliardi 438 milioni di euro circa), soltanto la metà dei quali assicurata.

I cigni nuotano dove prima non avrebbero potuto, a causa degli allagamenti. Nella foto, i pennuti a galla in un cortile.

Le onde si abbattono su Nantasket Beach ad Hull, Massachusetts. La foto è stata twittata dall'utente Flickr Jeff Cutler.

Un altro scorcio dei cavalloni ad Hull, Massachusetts.
Foto di Jeff Cutler, Flickr.

Ieri sulla spiaggia di Mildford, Connecticut.

A 8 giorni dalle Presidenziali americane, Sandy ha bruscamente interrotto la campagna elettorale di entrambi i candidati. Obama, che si è ritirato alla Casa Bianca per tenere sotto controllo la situazione e ha appena dichiarato lo stato di calamità naturale a New York, ha detto ai cronisti che non teme l'impatto dell'uragano sulle elezioni, ma che è preoccupato per l'impatto sulle famiglie, sui trasporti, sull'economia. Alle elezioni, ha aggiunto, ci penserà settimana prossima.

Ha lasciato dietro di sé alberi abbattuti, strade trasformate in fiumi, milioni di newyorkesi al buio e un sistema di trasporto pubblico ridotto in ginocchio. Sandy, l'uragano ribattezzato Frankenstorm dalla stampa per la vicinanza alla festa di Halloween, si è abbattuta sulla Grande Mela con una violenza che non si vedeva nella città dagli anni '60. Diciassette persone, nel suo percorso sulla costa Atlantica degli Stati Uniti, sono rimaste uccise, gli impianti elettrici sono in tilt e in diverse parti di New York si riportano esplosioni dovute al contatto dell'acqua con la rete dell'illuminazione. Ma il bilancio è ancora provvisorio.
Nella foto: l'area adiacente al Ponte di Brooklyn completamente allagata.