Salti robotici salvavita

robotgrillo1_128k
Il robot grillo messo a nudo |

Nel laboratorio di "sistemi intelligenti" di Losanna è nato un robot grillo: infaticabile esploratore, con salti di un metro alla volta aiuterà nelle operazioni di salvataggio sulla scena di eventuali disastri naturali. (27 giugno 2008)

Accanto ai tanti animali e insetti robotici creati per le missioni di guerra ci sono, per fortuna, anche filoni di ricerca più pacifisti. Come il robot grillo nato in Svizzera: minuscolo e leggero, salta e... basta, ma su ogni tipo di terreno, in montagna e sulla sabbia, e con qualunque condizione meteo. Con lo scopo di scovare i superstiti di un'ipotetico disastro naturale, come una frana o una slavina. L'invenzione è dell'Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna, in particolare dai ricercatori del laboratorio di sistemi intelligenti.

ROBOT, ANDROIDI, SIMULACRI...

Il tuo viaggio nel futuro meccanico inizia dal Canale Robot di Focus.it.

Leggero e agile. Sette grammi di robot per salti di un metro e mezzo circa, più o meno 27 volte la sua lunghezza: queste sono le prestazioni del grillo meccanico, che, in proporzione alle sue dimensioni, è il più abile insetto saltatore robotico mai costruito. Il suo funzionamento si basa sul perfetto equilibrio tra potenza e leggerezza, grazie a un piccolo motore da mezzo grammo alimentato da una batteria che carica una molla. Questa aziona le "gambe" ogni tre secondi, con una autonomia di 320 salti.
Salvati dal grillo. Equipaggiato con i sensori adatti a esplorare terreni difficili o inaccessibili, il grillo potrà insomma essere utile ai soccorritori nelle più complesse operazioni di protezione civile. Inoltre, come spiega Dario Floreano dell'Ecole Polytechnique, «questi minuscoli robot saltatori potranno anche essere dotati di celle solari, che permetteranno loro di ricaricarsi tra un salto e l'altro»: cercatori infaticabili, faranno aumentare la probabilità di trovare in tempo chiunque si trovi in difficoltà.

 

27 giugno 2008