Scienze

Salti robotici salvavita

Nel laboratorio di "sistemi intelligenti" di Losanna è nato un robot grillo: infaticabile esploratore, con salti di un metro alla volta aiuterà nelle operazioni di salvataggio sulla scena di eventuali disastri naturali. (27 giugno 2008)

Accanto ai tanti animali e insetti robotici creati per le missioni di guerra ci sono, per fortuna, anche filoni di ricerca più pacifisti. Come il robot grillo nato in Svizzera: minuscolo e leggero, salta e... basta, ma su ogni tipo di terreno, in montagna e sulla sabbia, e con qualunque condizione meteo. Con lo scopo di scovare i superstiti di un'ipotetico disastro naturale, come una frana o una slavina. L'invenzione è dell'Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna, in particolare dai ricercatori del laboratorio di sistemi intelligenti.

ROBOT, ANDROIDI, SIMULACRI...

Il tuo viaggio nel futuro meccanico inizia dal Canale Robot di Focus.it.

Leggero e agile. Sette grammi di robot per salti di un metro e mezzo circa, più o meno 27 volte la sua lunghezza: queste sono le prestazioni del grillo meccanico, che, in proporzione alle sue dimensioni, è il più abile insetto saltatore robotico mai costruito. Il suo funzionamento si basa sul perfetto equilibrio tra potenza e leggerezza, grazie a un piccolo motore da mezzo grammo alimentato da una batteria che carica una molla. Questa aziona le "gambe" ogni tre secondi, con una autonomia di 320 salti.
Salvati dal grillo. Equipaggiato con i sensori adatti a esplorare terreni difficili o inaccessibili, il grillo potrà insomma essere utile ai soccorritori nelle più complesse operazioni di protezione civile. Inoltre, come spiega Dario Floreano dell'Ecole Polytechnique, «questi minuscoli robot saltatori potranno anche essere dotati di celle solari, che permetteranno loro di ricaricarsi tra un salto e l'altro»: cercatori infaticabili, faranno aumentare la probabilità di trovare in tempo chiunque si trovi in difficoltà.

27 giugno 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us