Scienze

Robot scienziato

Un automa in laboratorio. Poco umanoide, ma molto efficiente. Meglio di un qualsiasi neolaureato alle prese con le prime provette.

Robot scienziato
Un automa in laboratorio. Poco umanoide, ma molto efficiente. Meglio di un qualsiasi neolaureato alle prese con le prime provette.

A sinistra, in fondo, si nota lo strumento per analizzare i campioni, al centro il meccanismo per realizzarli e a destra, invece, il computer che controlla tutto. Foto: © Ross D. King/Steve Oliver.
A sinistra, in fondo, si nota lo strumento per analizzare i campioni, al centro il meccanismo per realizzarli e a destra, invece, il computer che controlla tutto. Foto: © Ross D. King/Steve Oliver.

Fa tutto lui. Se gli si forniscono dati, genera ipotesi, concepisce gli esperimenti per testarle, li porta avanti con un robot da laboratorio, interpreta i risultati e, se non vanno bene, ripete il ciclo. Non è un laureato instancabile, ma quello che gli autori di un articolo su Nature hanno battezzato lo scienziato robot. Poiché il processo di analisi dei dati è lungo e costoso, e i dati stessi arrivano in un laboratorio a velocità impossibile da seguire, perché non farli esaminare da un robot, che non si stanca mai, si sono detti gli autori, che appartengono ad alcune università britanniche?
Il risultato è appunto il robot scienziato, che "ragiona" secondo le regole della ricerca scientifica, e il suo cuore è un software che genera le ipotesi consistenti con i dati che sono stati introdotti dall'uomo, il solo esterno intervento sostanziale.

Schiavo elettronico.
Dopo l'abduzione (cioè la generazione di alcune buone ipotesi che spieghino i fatti) il robot comanda ad altri computer di procedere con alcuni esperimenti. I dati che escono da questi esperimenti sono a loro volta introdotti nello scienziato robot, che ne trae le opportune conclusioni. Messo alla prova con un esperimento di genomica funzionale (che cerca di capire le funzioni dei vari geni all'interno del corpo, in questo caso di un lievito), lo scienziato robot ha dimostrato di sapere procedere abbastanza bene e, quel che più conta, di costare meno di altri approcci sperimentali.

(Notizia aggiornata al 15 gennaio 2004)

14 gennaio 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us