Scienze

Rim, Microsoft e la riscossa degli anti-iPad

Il BlackBerry si trasforma in un tablet!

Mercato ricco mi ci ficco. Per fine anno ci sarà la tanto attesa invasione degli anti-iPad. Anche Rim, papà del BlackBerry, e Microsoft, saranno della partita.

“Microsoft promette almeno una ventina di anti-iPad con Win 7 entro l’anno”

BlackBerry diventa tablet – C’è chi dice che BlackPad, il BlackBerry tablet di Rim, avrà uno schermo touch da 8.9? e chi invece un più probabile display da 7 pollici, ma una cosa è certa: la canadese Research In Motion fa sul serio. Dopo le prime indiscrezioni trapelate un paio di settimane fa, dimensione dello schermo a parte, l’identikit della sua tavoletta inizia a delinearsi. Il BlackPad avrà quasi certamente una doppia videocamera (frontale e posteriore), un processore SoC da 1 GHz di Marvell (quindi architettura ARM) e supporterà Adobe Flash (a differenza dell’iPad). Un processore di questa levatura consentirà di visualizzare video in Full HD 1080p e gestire la grafica 3D avanzata. Non dovrebbero mancare il supporto al 3D, e le connessioni WiFi e Bluetooth, e il GPS. C’è anche chi ipotizza una tastiera estraibile, e quasi sicuramente la presenza del nuovo sistema operativo BlackBerry 6.

Microsoft ci riprova – Anche Microsoft entrerà nel mercato dei tablet: il progetto Courier e lo Slate di HP annunciati in passato, entrambi annullati, sono stati… come dire, degli “incidenti” di percorso. A mettere le cose in chiaro è Steve Ballmer, CEO di Microsoft, alla Worldwide Parteners Conference di Microsoft dove ha parlato del futuro dei cloud computer e dei servizi online. Il gigante di Redmond è finalmente pronto per fare il grande passo accompagnato da nomi come Asus, Dell, Samsung, Toshiba e Sony, e da una dozzina di altri piccoli produttori che sforneranno anti-iPad di ogni genere e forma, con e senza tastiera, ma tutti con a bordo Windows 7.

Ipad. Guarda la gallery!

13 luglio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us