Scienze

Ricostruito il volto di un’egizia di 2300 anni fa

Un volto antico prende forma da un teschio mummificato, ritrovato casualmente in uno scantinato di una università australiana.

Ricercatori australiani hanno ricostruito con precisione scientifica la testa e il volto di un’antica mummia egizia, utilizzando una stampante 3D e tecniche di medicina legale. Se da un lato il risultato ha permesso di avere un’immagine realistica di una persona di oltre 2000 anni fa - oltre che un oggetto di estremo interesse museale - dall’altro la ricostruzione ha consentito di mantenere un reperto archeologico che difficilmente sarebbe potuto sopravvivere a lungo nelle condizioni in cui si trovava.

Dimenticato. Il reperto originario, infatti, giaceva negli scantinati dell’università di Melbourne dove fu portato agli inizi del 1900 da Frederic Wood Jones, un archeologo diventato poi professore di anatomia. Era composto da una testa mummificata, da cui si potevano raccogliere ben pochi dati, per la precarietà di ciò che rimaneva (oltretutto, il corpo era già perduto quando il materiale venne portato all’università).

Raggi X. Da decenni, inoltre, nessuno più si ricordava di quella mummia, finché un curatore dell’università non si è nuovamente imbattuto nell’oggetto. Quando Ryan Jefferies si è accorto che il cranio stava per marcire ha deciso che si doveva far qualcosa per fare “rivivere” quel volto. «Se lo si fosse analizzato con semplici tecniche mediche si sarebbe potuto frantumare del tutto, così abbiamo pensato a una TAC, che ha poi dato modo a tecnici forensi di ricostruire l’intera testa di quella persona», ha spiegato Jefferies.

Seconda vita. Dalla TAC, Gavan Mitchell, specialista di analisi forensi, ha trasformato i dati in istruzioni per una stampante in 3D, che in 140 ore di lavoro ha ricostruito il teschio. Su di esso poi Jennifer Mann ha dato vita al volto che oggi ci riporta tra gli egizi di 2300 anni fa.

Attualmente si sta cercando di dare una data precisa alla morte della donna, probabilmente avvenuta attorno al 300 avanti Cristo.

5 settembre 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us