Scienze

Ricostruito il volto di un’egizia di 2300 anni fa

Un volto antico prende forma da un teschio mummificato, ritrovato casualmente in uno scantinato di una università australiana.

Ricercatori australiani hanno ricostruito con precisione scientifica la testa e il volto di un’antica mummia egizia, utilizzando una stampante 3D e tecniche di medicina legale. Se da un lato il risultato ha permesso di avere un’immagine realistica di una persona di oltre 2000 anni fa - oltre che un oggetto di estremo interesse museale - dall’altro la ricostruzione ha consentito di mantenere un reperto archeologico che difficilmente sarebbe potuto sopravvivere a lungo nelle condizioni in cui si trovava.

Dimenticato. Il reperto originario, infatti, giaceva negli scantinati dell’università di Melbourne dove fu portato agli inizi del 1900 da Frederic Wood Jones, un archeologo diventato poi professore di anatomia. Era composto da una testa mummificata, da cui si potevano raccogliere ben pochi dati, per la precarietà di ciò che rimaneva (oltretutto, il corpo era già perduto quando il materiale venne portato all’università).

Raggi X. Da decenni, inoltre, nessuno più si ricordava di quella mummia, finché un curatore dell’università non si è nuovamente imbattuto nell’oggetto. Quando Ryan Jefferies si è accorto che il cranio stava per marcire ha deciso che si doveva far qualcosa per fare “rivivere” quel volto. «Se lo si fosse analizzato con semplici tecniche mediche si sarebbe potuto frantumare del tutto, così abbiamo pensato a una TAC, che ha poi dato modo a tecnici forensi di ricostruire l’intera testa di quella persona», ha spiegato Jefferies.

Seconda vita. Dalla TAC, Gavan Mitchell, specialista di analisi forensi, ha trasformato i dati in istruzioni per una stampante in 3D, che in 140 ore di lavoro ha ricostruito il teschio. Su di esso poi Jennifer Mann ha dato vita al volto che oggi ci riporta tra gli egizi di 2300 anni fa.

Attualmente si sta cercando di dare una data precisa alla morte della donna, probabilmente avvenuta attorno al 300 avanti Cristo.

5 settembre 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us