Scienze

Portaerei USA nel mirino dei missili cinesi

Può distruggere una super portaerei Usa da 2.000 km di distanza.

Allarme al Pentagono. Pechino dispone di un super missile in grado di colpire e affondare una delle gigantesche portaerei americane con un solo colpo fino a 2.000 chilometri di distanza. È a rischio supremazia militare degli States nell’Oceano Pacifico.

“Il missile potrebbero rovesciare i delicati equilibri strategici nel Pacifico.”

Allarme rosso – Il primo campanello d’allarme l’aveva dato l’ammiraglio Robert Willard, comandante della Flotta del Pacifico, che lo scorso marzo aveva dichiarato al Congresso che la Cina stava sviluppando e sperimentando un missile balistico autoguidato di medio raggio a testa convenzionale Asbm (Anti Ship Ballistic Missile) destinato a colpire le portaerei americane. La conferma arriva in questi giorni dal segretario alla Difesa Robert Gates.

Colpita e affondata – Il missile balistico Dong Feng-21, armato con testate convenzionali ad alto esplosivo, è dotato di un raggio d’azione di circa 2mila chilometri in grado di colpire una super portaerei in soli in meno di 12 minuti. Un raggio d’azione non casuale perché circoscrive proprio quelle aree marine oggetto di scontro politico e rivendicazioni da parte della Cina come Taiwan.

Oceano Pacifico - Le portaerei statunitensi si sono infatti dimostrate un deterrente strategico importante fino a oggi contro le minacce cinesi a Taipei e l'allargamento dell'area marittima controllata dal Governo di Pechino. Non è un mistero che i cinesi considerino Taiwan una provincia “ribelle” e non abbiamo mai tollerato che gli americani le vendessero armi. Il missile Dong Feng-21 potrebbero rovesciare gli equilibri strategici nel Pacifico e mettendo a rischio la supremazia globale degli Stati Uniti se questa tecnologia si diffonde in altri Stati come Iran e Corea del Nord.

Guarda la gallery delle top invenzioni

6 agosto 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us