Scienze

Le Bianche Scogliere di Dover sono sporche di polvere (cosmica)

Nell'imponente formazione di gesso e calcare sono state scoperte tracce di polvere cosmica: aiuterà a fare luce sui primordi del Sistema Solare.

Le scogliere di Dover, nel sud della Gran Bretagna, affacciate sul Canale della Manica e geologicamente gemelle di quelle che - dall'altra parte - si trovano a Calais (Francia), hanno gelosamente conservato fino a oggi un piccolo segreto primordiale che le collega alle stelle: uno studio di ricercatori dell’Imperial College di Londra rivela infatti che in quel mix molto fine di gesso e calcare vi sono tracce di polvere cosmica.

L’importanza della scoperta, pubblicata su Earth and Planetary Science Letters, sta nel fatto che tale polvere potrebbe fornire nuove indicazione sulle caratteristiche del Sistema Solare primordiale. Spiega Martin Suttle, responsabile dello studio, che «le scogliere di Dover sono una importante fonte di informazioni geologiche. Hanno già aiutato a capire i cambiamenti climatici e le trasformazioni morfologice avvenute in un lontano passato del nostro pianeta, grazie ai fossili che inglobavano. L’aver scoperto, adesso, polvere cosmica permetterà di comprendere quello che stava avvenendo nello Spazio in contemporanea a grandi sconvolgimenti sulla Terra».

Le scogliere sono insomma come un libro sul passato del nostro pianeta e tra le pagine, gli strati, c'è anche il racconto di ciò che avveniva al di fuori del nostro pianeta.

polvere cosmica, scogliere di dover, formazione del sistema solare, composizione degli asteroidi
Una particella componente la polvere cosmica rinvenuta a Dover. © Imperial College di Londra

Polveri di miliardi di anni. Nella presentazione del lavoro, il team ha fatto riferimento a una ricerca recente, grazie alla quale si è riusciti a determinare il tenore di argilla della polvere cosmica. Le argille si formano solo dove c’è acqua e poter determinare la presenza o meno di acqua nel pulviscolo permetterà di capire se nel passato (e nel presente) gli asteroidi da cui potrebbe provenire la polvere di Diver erano o meno ricchi di acqua.

Se questo fosse accertato, afferma Matthew Genge, uno dei ricercatori, «in fututo gli asteroidi potrebbero persino diventare una sorta di stazione di rifornimento per gli astronauti, dove approvvigionarsi di acqua e, da questa, di ossigeno da usare per i respiratori e per i combustibili.

Stando allo studio, la polvere cosmica di Dover è incorporata in rocce vecchie anche 2,7 miliardi di anni, ben conservata nei vari strati e mai finora scoperta perché "mascherata" dal materiale fossilizzato.

11 settembre 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us